Flat Tax per periti commerciali

Flat Tax per Periti Commerciali

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Sei un Perito Commerciale e vuoi adottare il Regime della Flat Tax?

Leggi attentamente questo articolo che tratta della Flat Tax per periti commerciali, per saperne di più!

Limiti Flat Tax per periti commerciali

Questo Regime fiscale ha molti vantaggi, ma possiede diversi limiti per poterlo adottare:

  • devi essere residente in Italia, in un Paese dell’Unione Europea oppure in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo (Norvegia, Islanda, Liechtenstein). Negli ultimi due casi, devi produrre almeno il 75% del reddito complessivo in Italia;
  • non devi superare gli 85.000 euro annui: se sei in fase di avvio della tua attività, per il primo anno certamente rispetterai questo requisito. Se apri Partita Iva in corso d’anno, il limite dei ricavi viene riproporzionato sulla base dei giorni di attività;
  • per le spese che sosterrai per il personale o i collaboratori, non dovrai superare i 20.000 euro;
  • se hai un lavoro dipendente o un reddito assimilato (come ad esempio reddito da pensione) la RAL non deve essere superiore ai 30.000 euro;
  • non devi fatturare per più del 50% al tuo datore di lavoro attuale o ad ex datore di lavoro avuto nei due anni precedenti all’apertura della Partita Iva;
  • non devi avere il controllo diretto o indiretto di una SRL e contemporaneamente fatturare per un’attività economicamente riconducibile;
  • se svolgi più attività e una di queste richiede l’applicazione di un Regime Iva Speciale, per le altre (salvo eccezioni) non potrai adottare il Forfettario;
  • Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

  • non devi partecipare a società di persone, associazioni professionali o imprese familiari;
  • la tua attività prevalente non deve riguardare la vendita di terreni edificabili, fabbricati o mezzi di trasporto.

Flat Tax per Periti Commerciali

Codice Ateco per periti commerciali, imposta sostitutiva e contributi previdenziali

Il Codice Ateco adatto all’attività di perito commerciale è il seguente:

  • 69.20.12 – Servizi forniti da esperti contabili

che include:

– assistenza a singoli contribuenti e aziende negli adempimenti fiscali, tenuta e redazione dei libri contabili, fiscali e del lavoro, controllo della documentazione contabile, revisione e certificazione contabile di associazioni, persone fisiche o giuridiche diverse dalle società di capitali
– predisposizione di dichiarazioni tributarie cura di ulteriori adempimenti tributari, rilascio visti di conformità e certificazioni tributarie, revisione legale, deposito di atti

Il coefficiente di redditività associato al suddetto codice Ateco è del 78%. Grazie a questa percentuale verrà individuato il reddito imponibile su cui verserai l’imposta e i contributi.

In altre parole, dovrai versare l’imposta e i contributi solo sul 78% dei tuoi ricavi, mentre il restante 22% verrà considerata spesa forfettaria. Questo perché il Regime Forfettario, come viene anche chiamata la Flat Tax, non consente di “scaricare” le spese sostenute per l’esercizio dell’attività.

Non potrai “scaricare” neppure le spese personali (come ad esempio le spese mediche), a meno che tu non abbia altri redditi soggetti ad IRPEF (come ad esempio un lavoro dipendente).

Il Regime Forfettario, come anticipato, prevede il versamento dell’imposta sostitutiva la cui aliquota è pari al 15%, ma se rispetti determinati requisiti, l’aliquota sarà al 5% per i primi 5 anni di attività:

Requisiti imposta sostitutiva al 5%

Con questo Codice Ateco ti inquadrerai come libero professionista e dovrai versare i contributi alla Cassa Nazionale di previdenza ed assistenza a favore dei Ragionieri e Periti Commerciali (CNPR). Per ottenere maggiori informazioni ti consigliamo di consultare direttamente la Cassa specifica.

A partire dal 1° gennaio 2024, l’obbligo di fatturazione elettronica è stato esteso a tutti i contribuenti, anche in Forfettario.

Con la Flat Tax, non sarai tenuto all’inserimento dell’Iva in fattura (con conseguente liquidazione) e della ritenuta d’acconto del 20%. Dovrai però inserire la marca da bollo in formato elettronico, del valore di 2€.

Il bollo elettronico dovrà essere saldato ogni 3 mesi sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Se desideri ricevere informazioni, la nostra Assistenza è sempre a tua disposizione!

Puoi creare gratuitamente il tuo account e contattarci tramite ticket o prenotando una chiamata.

Vuoi saperne di più sulla Flat Tax? Scarica gratis il nostro libro sul Regime Forfettario, aggiornato al 2024!

Regime Forfettario Guida Facile Illustrata 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI