Registrazione (atti e contratti)

Formalità consistente nell’annotazione in pubblici registri degli elementi essenziali di un atto scritto, di un contratto verbale o scritto, al fine dell’acquisizione della data certa agli effetti civilistici.

A seconda del termine prescritto per la loro registrazione, si hanno “atti da registrare in termine fisso” (che devono essere registrati obbligatoriamente entro il termine di 20 o 30 giorni) e “atti da registrare in caso d’uso” (cioè quelli che vanno registrati solo quando vengono depositati presso le cancellerie giudiziarie per l’esplicazione di attività amministrative, o presso le amministrazioni dello Stato, o degli enti territoriali e i rispettivi organi di controllo).

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva