Termine di Glossario:

Attività (dichiarazione di inizio, variazione, cessazione)

I soggetti che intraprendono l’esercizio di un’impresa, arte o professione devono darne comunicazione all’Agenzia delle entrate (l’ufficio attribuisce al contribuente il numero di partita Iva).

Se, dopo l’inizio dell’attività, sopraggiungono variazioni relative a uno o più degli elementi precedentemente comunicati, è necessario inviare un’apposita dichiarazione all’Agenzia.

Allo stesso modo, bisogna comunicare la cessazione dell’attività.

Tali dichiarazioni devono essere presentate entro 30 giorni dalla data di inizio attività ovvero dalla data di variazione di qualsiasi dato comunicato in precedenza o dalla data di cessazione dell’attività stessa.

A tal fine, le imprese individuali e i lavoratori autonomi (artisti o professionisti) utilizzano il modello AA9/12, mentre i soggetti diversi dalle persone fisiche (società, enti, associazioni, ecc.) utilizzano il modello AA7/10.

Entrambi i modelli (unitamente alle istruzioni per la loro compilazione) sono disponibili sul sito internet dell’Agenzia delle entrate.

I contribuenti obbligati all’iscrizione al Registro delle imprese presentano le dichiarazioni d’inizio attività, variazione dati e cessazione attività con Comunicazione unica (ComUnica) per via telematica o su supporto informatico.

I contribuenti non obbligati all’iscrizione al Registro delle imprese, invece, devono presentare le dichiarazioni utilizzando una delle seguenti modalità:

1) in duplice esemplare direttamente (anche a mezzo di persona appositamente delegata) a un qualunque ufficio dell’Agenzia delle entrate, a prescindere dal domicilio fiscale del contribuente;

2) in unico esemplare a mezzo servizio postale e mediante raccomandata, allegando fotocopia di un documento d’identità del dichiarante, da inviare a un qualunque ufficio dell’Agenzia delle entrate;

3) per via telematica direttamente dal contribuente o tramite i soggetti incaricati della trasmissione telematica.