Quale codice Ateco adottare per P. Iva come truccatrice?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Dopo avere frequentato una scuola per truccatrice, vorrei aprire una Partita IVA forfettaria.

Quale codice Ateco devo adottare per aprire Partita Iva come truccatrice?

Prima di dirle quale codice Ateco adottare per aprire Partita Iva come truccatrice, le indichiamo che per poter adottare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, dovrà controllare per prima cosa di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui:

Limiti forfettario

Se si occuperà unicamente di fornire consulenze d’immagine e non si occuperà di truccare le clienti, potrà adottare il Codice Ateco:

  • 96.09.09 – Altre attività di servizi per la persona nca
    nel quale rientrano:

    • attività di astrologi e spiritisti
    • servizi di ricerca genealogica
    • servizi di lustrascarpe, addetti al parcheggio di automobili eccetera
    • gestione di macchine a moneta per servizi alla persona (cabine per fototessera, bilance pesapersone, macchine per misurare la pressione del sangue, armadietti a chiave funzionanti a moneta)
    • assistenza bagnanti (bagnini)
    • servizi domestici svolti da lavoratori autonomi
    • Guida Facile al Regime Forfettario

      Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
      Scarica gratis ora

In questo caso, potrà qualificarsi come professionista e versare i contributi in proporzione ai ricavi, ovvero per il 26,07% del reddito prodotto alla Gestione Separata Inps.

Al contrario, se svolgerà l’attività di vera e propria truccatrice, l’inquadramento fiscale corretto sarà l’iscrizione in Camera di Commercio come artigiana e l’adozione del seguente Codice Ateco:

  • 96.02.02 – Servizi degli istituti di bellezza
    che include:

    • servizi di estetista
    • trattamenti al viso e di bellezza, trucco ecc.

In questo caso, sarà soggetta al versamento dei contributi alla Gestione Artigiani Inps secondo questo schema di reddito:

  • per il reddito compreso tra 0 e 18.415 euro: verserà contributi fissi di 4.427,04 euro;
  • per il reddito superiore ai 18.415 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà per il 24%.

Essendo iscritti alla Gestione Artigiani Inps e applicando il Forfettario, potrà inoltre richiedere la riduzione del 35% dei contributi da versare.

Per tutti gli approfondimenti:
Regime forfettario riduzione contributi Artigiani e Commercianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo