Tasse e contributi nail artist

ProfessioniProfessioni

Se la tua attività di Nail Artist diventa abituale e continuativa nel tempo, dovrai aprire una Partita Ivaversare imposte e contributi in modalità differenti a seconda del Regime fiscale che adotterai.

La suddetta attività prevede l’iscrizione in Camera di Commercio, alla quale dovrai versare il Diritto Camerale annuale che oscilla tra i 50€ e i 100€ a seconda della Camera di Commercio, e dovrai versare i contributi alla Gestione Artigiani Inps secondo il seguente schema:

  • per un reddito compreso tra 0€ e 17.504€, verserai contributi fissi pari a 4.200€ circa;
  • superato il reddito minimale di 17.504€, oltre ai fissi, li verserai anche in percentuale al 24% circa sull’eccedenza.

L’importo dei contributi fissi sarà suddiviso in 4 rate:

  • 16 maggio
  • 20 agosto
  • 16 novembre
  • 16 febbraio dell’anno successivo
  • Calcola gratis le tasse da pagare e richiedi assistenza fiscale​

    Inizia Gratis

L’eventuale eccedenza andrà invece versata secondo il metodo storico in sede di Dichiarazione dei Redditi.

Mettiamo caso che tu apra Partita Iva nel corso di quest’anno 2023, oltre all’imposta sostitutiva se adotti il forfettario, dovrai versare:

30 giugno 2024

  • saldo contributi sull’eccedenza 2023
  • 1° acconto 50% contributi sull’eccedenza 2024

L’importo che ne deriva può essere suddiviso fino a 6 rate.

30 novembre 2024

  • 2° acconto 50% contributi sull’eccedenza 2024

Tale importo non può essere suddiviso e dovrà essere corrisposto in un’unica soluzione.

Se adotterai il Regime forfettario per la tua Partita Iva, imposta e contributi da versare saranno calcolati sul reddito imponibile.

Il reddito imponibile si ottiene applicando ai ricavi conseguiti (intesi come fatture incassate) il coefficiente di redditività, una percentuale associata ad ogni codice Ateco.

Nel caso del codice Ateco 96.02.03, il coefficiente di redditività è pari al 67%.

Il calcolo sarà:

ricavi x coefficiente di redditività = reddito imponibile

Mettiamo caso che i tuoi ricavi ammontino a 10.000€, il calcolo sarà il seguente:

10.000€ x 67% = 6.700€ su cui calcolare imposta e contributi.

In quanto iscritta in Camera di Commercio, se adotterai il Regime forfettario potrai richiedere la riduzione del 35% su tutti i contributi:

Riduzione contributi 35%.

Sempre se adotterai il forfettario, verserai un’unica imposta sostitutiva pari al 15% o al 5% per i primi 5 anni di attività, se rispetterai tutte e tre le condizioni previste:

Imposta sostitutiva 5%.

Se invece adotterai il Regime ordinario semplificato, dovrai versare l’Irpef secondo il seguente schema a scaglioni:

  • 1° scaglione: per un reddito compreso tra 0€ e 15.000€ dovrai versare l’aliquota Irpef al 23%;
  • 2° scaglione: per un reddito compreso tra 15.001€ e 28.000€ dovrai versare l’aliquota Irpef al 25%;
  • 3° scaglione: per un reddito compreso tra 28.001€ e 50.000€ dovrai versare l’aliquota Irpef al 35%;
  • 4° scaglione: per un reddito superiore a 50.000€ dovrai versare l’aliquota Irpef al 43%.

Per ulteriori informazioni la nostra Assistenza è sempre a tua disposizione: saremo felici di aiutarti!

Commercialista online

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Fai il primo passo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI