Tasse da pagare come psicologo

Aprire Partita Iva

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Con la Partita Iva come psicologo quante tasse pago?

Se adotterai il Regime Forfettario le tasse da pagare come psicologo durante l’anno saranno:

  • l’imposta sostitutiva
  • i contributi previdenziali all’Enpap

Entrambi vengono calcolati sul reddito imponibile, ottenuto dall’applicazione del coefficiente di redditività del 78% ai ricavi conseguiti.

L’imposta sostitutiva è del 15%, ma hai la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni se rispetti le seguenti condizioni:

  • non devi aver svolto, nei tre anni precedenti dell’inizio dell’attività, attività d’impresa anche in forma associata o familiare;
  • Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

  • l’attività intrapresa non deve essere in alcun modo una continuazione di un’attività precedentemente svolta sia sotto forma di lavoro autonomo che dipendente (da questo caso sono esclusi i periodi di pratica obbligatori per poter esercitare arti o professioni);
  • nel caso in cui venga rilevata un’attività già avviata da un altro soggetto, si deve verificare che l’ammontare di incassi generati l’anno precedente dall’attività, siano in linea con quelli richiesti per aderire al Regime forfettario.

All’imposta sostitutiva dovrai aggiungere i contributi da versare alla tua Cassa specifica, l’Enpap, i quali si dividono in:

  • Soggettivo: corrisponde al 10% del tuo reddito netto, con un minimo obbligatorio di 780 euro all’anno;
  • Integrativo: corrisponde al 2% del fatturato lordo ed il minimo obbligatorio ammonta a 60 euro all’anno;
  • Di maternità: è una quota fissa stabilita dall’Enpap.

Se invece adotterai il Regime Ordinario Semplificato le tasse da pagare come psicologo durante l’anno saranno:

  • aliquota Irpef, da un minimo del 23% ad un massimo del 43% con il meccanismo a scaglioni in base al reddito;
  • altre imposte come addizionali regionali e comunali e Iva.

Sono da aggiungere sempre i contributi previdenziali da versare all’Enpap, facendo riferimento alle indicazioni fornite dalla suddetta cassa previdenziale specifica per la tua attività di psicologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI