Domande e Risposte

Se vendo come itinerante, devo inserire la marca da bollo sugli scontrini fiscali e come?

Per le vendite che effettuo con ricevuta solitamente applico la marca da bollo. Lo stesso vale per le fatture.

Invece, per gli scontrini che faccio quando vendo come itinerante, devo inserire anche la marca da bollo e come (scontrino fiscale con Scontrino senza Cassa)?

Devo inserire la marca da bollo sugli scontrini che faccio?” Per rispondere alla sua domanda, le riassumo i comportamenti da adottare per le vendite online e per le vendite come itinerante.

Vendite online

– se il cliente privato non chiede fattura: annota gli incassi sul registro dei corrispettivi, se compila una ricevuta di accompagnamento della merce, non deve applicare la marca da bollo;

– se il cliente privato chiede fattura: emette fattura e se l’importo supera € 77,47, sarà necessario applicare la marca da bollo da euro 2,00. Se l’incasso viene registrato sui corrispettivi, quando compila la fattura con FlexInvoice sarà necessario selezionare la casella “documento già incluso nei corrispettivi”;

– se il cliente ha una Partita Iva (soggetto passivo di imposta): deve sempre fare la fattura. Se l’importo supera i 77,47 € sarà necessario applicare la marca da bollo da euro 2,00. Se l’incasso viene registrato sui corrispettivi, quando compila la fattura con FlexInvoice sarà necessario selezionare la casella “documento già incluso nei corrispettivi”

Vendite itinerante (per esercitare questo tipo di attività, se non ce l’ha già, deve aggiungere il codice attività in Camera di Commercio e presentare la SCIA):

– deve rilasciare il documento commerciale di vendita (ex scontrino fiscale) o con la procedura web dell‘Agenzia delle Entrate o con un registratore di cassa telematico, oppure con un metodo alternativo come quello da lei proposto (Billy).

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *