Domande e Risposte

Se non posso adottare il Forfettario che regime fiscale devo scegliere?

Sono un lavoratore dipendente con RAL del 2022 di 50.000€ . Sto valutando un’ altra offerta lavorativa a p. iva come consulente finanziario con incassi di circa 100.000€ per il primo anno. Avrei bisogno di sapere che regime fiscale adottare.

Avendo lei percepito nel 2022 reddito da lavoro dipendente superiore ai 30.000 euro e non avendo abbandonato tale occupazione entro il 31/12/2022, se aprirà la sua partita Iva quest’anno dovrà adottare il Regime Ordinario semplificato, il quale prevede:

  • che il reddito da Partita Iva faccia cumulo con quello da lavoro dipendente;
  • il calcolo del reddito imponibile attraverso la sottrazione dei costi sostenuti ai ricavi conseguiti;
  • il versamento dell’Irpef secondo il classico meccanismo a scaglioni;
  • il versamento dei contributi

Se con consulente finanziario intende l’attività dei promotori o agenti finanziari, dovrà iscriversi in Camera di Commercio e versare i contributi alla Gestione Commercianti Inps secondo questo schema di reddito:

  • per il reddito compreso tra 0 e 17.504 euro verserà contributi fissi di circa 4.200 euro;
  • per il reddito superiore ai 17.504 euro oltre ai contributi fissi, li verserà per il 24% circa.
  • Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis la guida
    Scarica gratis ora

Oltre ai contributi, dovrà versare Irpef secondo il classico metodo a scaglioni, addizionali regionali e comunali che ammontano a circa il 2/3%, ed infine il diritto camerale annuale di circa 50 euro.

Aprendo la sua Partita Iva, a giugno dell’anno successivo dovrà presentare la Dichiarazione dei redditi persone fisiche, nella quale confluiranno tutti i redditi da lei percepiti l’anno precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI