Scadenze fiscali novembre 2023

Aprire Partita Iva

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Quali sono le scadenze fiscali da rispettare nel mese di novembre 2023?

In questo articolo vedremo tutte le scadenze fiscali previste nel mese di novembre sia per Professionisti sia per iscritti in Camera di Commercio, che siano in regime Forfettario, o Semplificato.

Sicuramente non ci annoieremo. Ci sono diverse scadenze fiscali da ricordare, ma non preoccuparti! Le analizzeremo una alla volta.

16 Novembre 2023

  • 6° rata Dichiarazione dei Redditi: che tu sia professionista o iscritto in Camera di Commercio, se hai scelto di rateizzare il versamento di giugno previsto con l’elaborazione della Dichiarazione dei redditi, per il 16 Novembre è fissato il versamento dell’ultimo F24 rateizzato.

Questa scadenza ti riguarda nel momento in cui hai rateizzato l’importo dell’F24 di giugno, e solo se hai aperto Partita Iva prima del 2023. Infatti, se hai aperto Partita Iva nel 2023, dovrai presentare la prima Dichiarazione dei redditi nel 2024.

  • Contributi fissi (terza rata): questa scadenza ti interessa se sei un artigiano o un commerciante in regime Forfettario o Semplificato.

Tutti i titolari di Partita Iva iscritti in Camera di Commercio, che siano in regime Forfettario o Semplificato, hanno l’obbligo del versamento dei contributi fissi.

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Ci sono alcune eccezioni però:

– se contestualmente all’attività in Partita Iva svolgi un’attività di lavoro dipendente full-time, potresti aver ottenuto l’esonero contributivo dall’Inps e pertanto, non dovrai versare i contributi.

– se sei un affittacamere o un produttore di assicurazione del 3° o del 4° gruppo, dovrai versare solo i contributi in percentuale al 24% circa e sarai esonerato dal versamento dei contributi fissi.

  • Liquidazione Iva trimestrale: se adotti il regime Ordinario Semplificato, questa scadenza è tutta per te!

Nel regime Forfettario non è previsto il versamento dell’Iva, pertanto i titolari di Partita Iva in regime Forfettario, non prevedono questo versamento.

  • Quarta rata Inail: se sei un artigiano in Partita Iva, o hai dei collaboratori per la tua attività, sarai tenuto al versamento del premio INAIL.

Questa scadenza è da prendere in considerazione solo nel momento in cui hai scelto di rateizzare la prima rata. In caso contrario avrai provveduto al pagamento unico e non dovrai prestare attenzione a questa scadenza.

30 Novembre 2023

  • Versamento Unico Dichiarazione dei redditi: questa scadenza è importante da ricordare per i titolari di Partita Iva che hanno avviato la loro attività prima del 2023.
    Attenzione! Con D.L. 18 ottobre 2023, n. 145, il Governo ha introdotto la possibilità di rinvio del versamento della seconda rata dell’acconto delle imposte dirette (come imposta sostitutiva, IRPEF e cedolare secca) per il solo anno 2023 per alcuni contribuenti.

Se vuoi saperne di più, puoi leggere il nostro articolo sull’argomento:
Rinvio versamento seconda rata di acconto delle imposte dirette

Anche in questo caso infatti, chi ha aperto Partita Iva nel 2023, presenterà la prima Dichiarazione dei redditi nel 2024.

Il pagamento del bollo avviene trimestralmente, direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate: al terzo trimestre appartengono tutte quelle fatture emesse dal 1° luglio al 30 settembre 2023, ed eventualmente quelle precedenti se non si è provveduto al pagamento nei mesi precedenti.

  • Inoltre, se i tuoi bolli dei primi due trimestri non hanno superato il valore di 5.000 euro, potrai assolvere al pagamento insieme a quelli del terzo trimestre.

Potrebbe interessarti la lettura del seguente nostro articolo:
Come pagare il bollo delle fatture elettroniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *