Scadenze fiscali febbraio 2024

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Scadenze fiscali febbraio 2024

In questo articolo ti ricorderemo le scadenze fiscali che dovrai rispettare a Febbraio 2024.

Le scadenze fiscali sono le seguenti:

16 febbraio 2024

  • rata fissa Inps per gli Artigiani e i Commercianti;
  • versamento dell’Inail + Autoliquidazione Inail.

28 febbraio 2024

  • versamento dell’imposta di bollo elettronica del 4° trimestre 2023;
  • termine ultimo per la richiesta della riduzione del 35% dei contributi Inps.

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Vediamo le varie scadenze nel dettaglio.

Rata fissa Inps per gli Artigiani e i Commercianti

Se sei un Artigiano o un Commerciante, quindi se sei iscritto in Camera di Commercio, entro il 16 febbraio 2024 dovrai versare la quarta rata dei contributi fissi.

I contributi fissi ammontano a circa 4.200€ e si versano in 4 rate le cui scadenze sono:

  • 16 maggio;
  • 20 agosto;
  • 16 novembre;
  • 16 febbraio dell’anno successivo.

Nel caso in cui tu abbia aperto Partita Iva nel 2024, questa scadenza non ti riguarderà: infatti, la prima scadenza, nel caso tu avessi aperto nei primi mesi dell’anno, sarà maggio 2024.

Ti ricordiamo che la prima rata verrà riproporzionata in base all’effettiva apertura della tua attività: nel momento in cui si apre Partita Iva in corso d’anno (dunque oltre il primo gennaio), i contributi fissi e il reddito minimale vengono riproporzionati sulla base dei mesi di attività.

Versamento del premio Inail + Autoliquidazione Inail

Per quanto riguarda le attività artigianali, queste sono soggette al versamento del premio Inail, indipendentemente dal regime fiscale adottato.

Attenzione: se hai dei dipendenti, anche se non sei un artigiano, dovrai procedere con il versamento del premio Inail.

Il premio Inail da versare è deciso dall’ente stesso e varierà in base alla percentuale di rischio associata alla tua attività. Potrà essere versato in un’unica soluzione oppure potrà essere suddiviso in 4 rate, la cui prima scadenza è fissata al 16 febbraio.

Oltre al versamento del premio Inail, entro il 16 febbraio 2024, dovrai presentare anche l’autoliquidazione Inail. L’autoliquidazione Inail è il documento (la cui produzione è obbligatoria) che determina l’ammontare del premio INAIL: quanto è stato versato l’anno precedente e quanto è dovuto per l’anno d’imposta corrente.

Versamento dell’imposta di bollo del 4° trimestre 2023

Da Gennaio 2024 vige l’obbligo di emissione di fatture in formato elettronico per tutti i titolari di Partita Iva, indipendentemente dal regime fiscale adottato (salvo alcune rare eccezioni, come per i professionisti sanitari che emettono fatture nei confronti dei privati).

Nel caso tu adottassi il Regime Forfettario, sarai soggetto all’inserimento del bollo del valore di 2€ su tutte le fatture superiori a 77,47€, mentre se adotti il Regime Ordinario Semplificato, dovrai inserire il bollo sulle fatture emesse verso un cliente estero, quindi senza inserire l’Iva, e di importo superiore a 77,47€.

L’imposta bollo deve essere pagata trimestralmente direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Qui trovi un articolo che ti elenca in maniera completa i passaggi da compiere:
Come pagare il bollo delle fatture elettroniche.

Ti ricordiamo che le scadenze per il versamento dell’imposta di bollo sono le seguenti:

  • Bolli del 1° trimestre – da versare entro il 31 maggio 2023
  • Bolli del 2° trimestre – da versare entro il 30 settembre 2023
  • Bolli del 3° trimestre – da versare entro il 30 novembre 2023
  • Bolli del 4° trimestre – da versare entro il 28 febbraio 2024

Termine ultimo per la richiesta della riduzione del 35% dei contributi Inps

Se adotti il Regime Forfettario e sei iscritto in Camera di Commercio potrai richiedere la riduzione del 35% dei contributi Inps.
Questa riduzione verrà applicata sia sui contributi fissi sia su quelli versati in percentuale.

Per ottenere questa riduzione, si dovrà effettuare specifica richiesta: questa potrà essere presentata quando apri la Partita Iva, oppure ad inizio anno fino al 28 febbraio.
La richiesta sarà effettuata in maniera telematica e, se accettata, si rinnoverà automaticamente per gli anni successivi: ma attenzione, potrai richiedere questa riduzione una sola volta nella vita.

Se volessi approfondire le scadenze fiscali di febbraio 2024, potrai creare il tuo account FlexTax gratuitamente: la nostra assistenza è sempre a tua disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI