Aprire Partita Iva per wedding plannerRiforma fiscale dello sport: cosa cambia per i lavoratori autonomi

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Aprire Partita Iva per wedding planner

La Riforma fiscale dello Sport sarà legge dal 1° luglio 2023: cosa cambia per i lavoratori autonomi?

Il fulcro di tale riforma è l’abolizione dei compensi sportivi dilettantistici: di fatto la figura dell’amatore compensato scomparirà. Le possibili forme di collaborazione con enti e società saranno quindi 4:

  • il volontariato puro;
  • il lavoro sportivo subordinato;
  • il lavoro sportivo in co.co.co;
  • il lavoro sportivo autonomo, con prestazione occasionale o con Partita Iva.

Si stima che la misura coinvolga ben 750 mila lavoratori del mondo dello sport.

Volontariato

Il volontario che presta servizi nell’ambito sportivo non potrà essere in alcun modo retribuito e potrà soltanto ricevere dei rimborsi spese. Essi dovranno essere opportunamente documentati e riguardare spese per vitto, alloggio, viaggio e trasporto al di fuori del proprio comune di residenza. I rimborsi spese non concorreranno a formare il reddito imponibile. Inoltre, il volontario, dovrà essere assicurato per la responsabilità civile verso terzi.

 

Lavoro sportivo autonomo

Se il lavoratore si configura come autonomo, potrà scegliere se operare con prestazione occasionale, oppure se aprire Partita Iva.
Nel primo caso, l’attività svolta non dovrà essere continuativa e abituale. Inoltre, fino a 5.000 euro di ricavi, dovrà versare solo l’Irpef; superata tale somma, dovrà versare anche i contributi.

Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Se invece l’attività svolta è abituale e continuativa nel tempo, bisognerà procedere con l’apertura della Partita Iva, configurandosi come libero professionista– e di conseguenza versare i contributi all’ex-Enpals– e scegliendo quale Regime fiscale conviene adottare tra forfettario e ordinario semplificato.

Hai bisogno di una consulenza fiscale gratuita?
Iscriviti gratis a FlexTax e prenota subito!

4 commenti
"Riforma fiscale dello sport: cosa cambia per i lavoratori autonomi"
  1. >Buongiorno,
    nel caso di lavoratore autonomo con partita IVA nel regime forfetario, che percepisce da associazione sportiva dilettantistica, oltre che il compenso, anche un rimborso spese per indennità KM a fronte delle trasferte come accompagnatore della squadra, quale è il regime fiscale applicabile ai rimborsi KM? lo stesso dei compensi, oppure non è prevista tassazione?
    Grazie.

  2. Buongiorno,

    per quanto riguarda la possibilità di apertura di una P.IVA in regime forfettario come istruttore di fitness, in una srl, quale percentuale dovrò versare nella gestione separata INPS il 26,23% o il 50% del 26,23%?
    In quali casi andrebbe versato solo il 50%?

    Grazie.

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Vincenzo,

      grazie alla riforma dello sport, aprendo una Partita Iva in regime Forfettario come istruttore di fitness (se rispetterà tutti i requisiti previsti dal regime fiscale) verserà:

      – contributi per il 26,23% del reddito oltre i 5.000 euro, i quali saranno ridotti del 50% fino al 2027;
      – imposta sostitutiva del 5% o 15% sul reddito oltre i 15.000 euro.

      Per ulteriori informazioni potrà contattare gratuitamente i nostri consulenti fiscali.
      Le basterà registrarsi gratuitamente sul nostro sito e aprire un ticket di assistenza fiscale: Registrazione gratuita.

      L’Assistenza di FlexTax è a sua disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo