Richiesta indennità Partita Iva per Coronavirus

Data pubblicazione: 20 marzo 2020

Data aggiornamento: 1 aprile 2020

Coronavirus: Richiesta indennità Partita Iva

L’Inps, con il comunicato del 27 marzo 2020 annuncia che sarà possibile effettuare le domande a partire da mercoledì 1° aprile (procedura valida anche per gli agenti di Commercio).

Se non sei in possesso delle credenziali per accedere alla tua area personale dell’Inps, è stata prevista una modalità semplificata per poterle ottenere in tempi brevi: Acceso Inps per indennità Coronavirus.

Procediamo nei seguenti paragrafi a illustrare il processo di inoltro della domanda e ad analizzare i vari contribuenti che potranno fruirne.

Nota Bene: Le indennità non sono tra esse cumulabili e non sono riconosciute ai percettori di reddito di cittadinanza.


Come fare richiesta indennità Partita Iva?

I lavoratori, potenziali destinatari delle suddette indennità, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare in via telematica all’INPS la domanda utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per i patronati nel sito internet dell’Inps, www.inps.it.

La richiesta indennità Partita Iva per Coronavirus sarà resa disponibile dal 1° aprile 2020.

Evidenziamo che i professionisti iscritti a Casse specifiche (gli Agenti di Commercio dovranno presentarla sempre attraverso l’Inps e non all’enasarco), posso richiedere l’indennità direttamente alla propria Cassa, approfondimenti qui: Professionisti iscritti a Casse dedicate: 600 euro COVID-19.

Procediamo con illustrare i passaggi da compiere (nel momento in cui sarà attiva la possibilità) per inoltrare la domanda per coloro iscritti all’Inps.

 

Accedi all’area personale MyInps

Attenzione: il sito dell’Inps ha riscontrato problemi di privacy dei dati, è pertanto stato messo offline. Non sappiamo quando tornerà operativo.

Collegati alla tua area personale dell’Inps e accedi con le credenziali che possiedi (accesso con Pin Inps anche semplificato, CNS, SPID, ecc).

NB: se si hanno dei problemi nella navigazione, si consiglia di procedere con Google Chrome.

Successivamente, attraverso la home del sito, seleziona la Indennità 600 euro:

inps bonus 600 euro

Indennità COVID-19

Seleziona Indennità 600 euro

richiesta 600 euro inps

Compila ed Invia la domanda

A questo punto, ti trovi nella sezione nella quale potrai inoltrare la richiesta indennità Partita Iva per Coronavirus.

600 euro richiesta inps

Indicando:

  • cellulare
  • email
  • la tua tipologia di attività (artigiano, commerciante, libero professionista, ecc.)
  • bonifico domiciliare/accredito su c/c
  • eventualmente Iban

NB: scarica la ricevuta di invio della domanda (non importa se in essa mancano indicati alcuni dati).

Indennità liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi

A tale indennità possono accedere:

  • i liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo di cui all’articolo 53, comma 1, del T.U.I.R., iscritti alla Gestione separata dell’INPS;
  • i collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla predetta data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata dell’INPS. Ai fini dell’accesso all’indennità, le predette categorie di lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria.

Indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria

A tale indennità possono accedere i lavoratori iscritti alle seguenti gestioni:

  • Artigiani
  • Commercianti
  • Coltivatori diretti, coloni e mezzadri

Ai fini dell’accesso all’indennità le predette categorie di lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria ad esclusione della Gestione separata INPS.

Indennità lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali

A tale indennità possono accedere i lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato il rapporto di lavoro nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2019 alla data del 17 marzo 2020 (in circolare valuteremo l’opportunità di fare riferimento alle attività dei lavoratori impiegati in settori del turismo e stabilimenti balneari).

Ai fini dell’accesso all’indennità i predetti lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

Indennità lavoratori agricoli

A tale indennità possono accedere gli operai agricoli a tempo determinato e le altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali purché:

  • possano fare valere nell’anno 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo dipendente;
  • non siano titolari di pensione.

Indennità lavoratori dello spettacolo

A tale indennità possono accedere i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo, che abbiano i seguenti requisiti:

  • almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo;
  • che abbiano prodotto nel medesimo anno un reddito non superiore a 50.000 euro;
  • detti lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto né di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

3 votes, average: 5,00 out of 53 votes, average: 5,00 out of 53 votes, average: 5,00 out of 53 votes, average: 5,00 out of 53 votes, average: 5,00 out of 5 (3 votes, average: 5,00 out of 5, rated)
Loading...
Anna di FlexTax

Anna di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva