regime forfettarioRegime forfettario startup

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

regime forfettario

Regime forfettario Startup

Negli ultimi anni è sempre più diffusa la nascita di aziende Startup.

Cos’è una startup?

Una startup è semplicemente un’impresa appena nata che ha come caratteristica fondamentale la scalabilità.

Con scalabilità s’intende la possibilità di soddisfare il bisogno di una moltitudine di persone attraverso lo svolgimento della propria attività e, quindi, espandersi rapidamente nel mercato.

Una Startup è un’organizzazione temporanea, alla ricerca di un modello di business definitivo, infatti essa non può avere durata superiore ai 5 anni.

Ora iniziamo a parlare di come una Startup possa aderire al Regime forfettario.

Regime forfettario Startup: condizioni d’accesso

Ovviamente anche le Startup, per poter aderire al Regime forfettario, devono rispettare alcuni precisi requisiti:

  • Rispettare il limite degli incassi generabili in un anno per il Regime forfettario, pari a 85.000 euro.
  • Rispettare il limite di 20.000 euro annui per il costo dei lavoratori dipendenti e/o collaboratori.
  • Non effettuare in via esclusiva o prevalente cessioni di fabbricati o porzioni di essi, terreni edificabili o mezzi di trasporto nuovi.
  • Non applicare un Regime Speciale Iva o un Regime forfettario di determinazione del reddito.
  • Risiedere in Italia, in un Paese dell’Unione Europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio Economico Europeo. In questi ultimi due casi, però, dovrai generare almeno il 75% dei tuoi ricavi sul territorio italiano.
  • Guida Facile al Regime Forfettario

    Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

  • Non avere il controllo diretto o indiretto di una S.r.l. e contemporaneamente fatturare per attività economiche riconducibili.
  • Nel caso in cui tu abbia anche un lavoro dipendente, questo non può generare reddito maggiore di 30.000 €.
  • Non fare parte di società di persone, imprese familiari o associazioni professionali.
  • Non fatturare per più del 50% al tuo datore di lavoro attuale o a quello che hai avuto nei due anni precedenti l’apertura della tua Partita Iva.

Nel caso in cui tali condizioni siano rispettate la Startup potrà avvalersi del Regime forfettario.

Ricorda che esistono alcune cause di incompatibilità che impediscono l’accesso al forfettario anche nel caso in cui si rispettino le condizioni sopra elencate.

Consulta qui i limiti per accedere al Regime forfettario.

Regime forfettario Startup: caratteristiche

Le principali motivazioni per le quali è consigliabile aderire al Regime forfettario nel caso in cui si rispettino le condizioni d’accesso sono:

  1. Esonero dall’applicazione dell’Iva;
  2. Esonero dall’applicazione della Ritenuta d’acconto;
  3. Esonero dall’obbligo di registrazione di alcune scritture contabili come fatture e corrispettivi.
  4. Semplificazioni fiscali:
    • Tassazione agevolata: coloro che aderiscono al forfettario sono soggetti all’imposta sostitutiva, rappresentata da un’unica aliquota standard del 15%. L’imposta sostitutiva sostituisce le altre imposte solitamente pagate negli altri Regimi fiscali (IRPEF, addizionali, ecc.).

Nel caso delle Startup è prevista un ulteriore vantaggio: l’aliquota dell’imposta sostitutiva può essere ridotta al 5% per i primi 5 anni di attività.

Approfondisci qui il tema: Regime forfettario e imposta al 5% 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo