La Disciplina del Regime Forfettario per youtubers - Flextax.it

Regime Forfettario per youtubers

Regime Forfettario per youtubers

Negli ultimi anni, con l’avvento della tecnologia sono sempre più le nuove attività nate, come ad esempio quella di Youtuber, Streamer o Gamer. In questo articolo analizzeremo il Regime fiscale se pubblichi video su Youtube, puoi scegliere per regolarizzare i tuoi guadagni.

Il Regime forfettario è il Regime fiscale più vantaggioso in Italia, non solo grazie ad un’aliquota di imposta più bassa (15% o addirittura 5%) rispetto a quelle previste dal Regime ordinario, ma anche grazie a numerose semplificazioni di tipo contabile e fiscale.
Se hai una Partita Iva come youtuber, puoi decidere di adottare tale Regime, a patto che tu rispetti determinati requisiti.
Nei prossimi paragrafi vedremo quale codice ATECO è maggiormente indicato per la tua attività di youtuber, così come ti illustreremo alcuni esempi di calcolo dell’imposta e dei contributi previdenziali obbligatori.

Codice ATECO per youtubers

Quando decidi di aprire Partita Iva come youtuber, dovrai seguire alcuni passi per comunicare correttamente la tua volontà di dare vita ad una nuova attività individuale.
Un passaggio fondamentale consiste nel recarsi agli sportelli dell’Agenzia delle Entrate e presentare il Modello AA9/12, al fine di indicare quale codice ATECO scegli per la tua attività di youtuber.

Il codice ATECO è un insieme di caratteri alfanumerici che identifica ogni specifica attività svolta con Partita Iva. Per l’attività di youtuber dovrai utilizzare il seguente:

  • 73.11.02 “servizi pubblicitari su web”

È molto importante scegliere il corretto codice ATECO, soprattutto perché ad ognuno è associato un differente coefficiente di redditività, di cui ti parleremo nel prossimo paragrafo.

Calcolo dell’imposta per youtubers in Regime forfettario

Il coefficiente di redditività è la percentuale che viene applicata ai ricavi al fine di determinare il reddito imponibile sul quale si calcola imposta e contribuzione obbligatoria.
Nel tuo caso, il coefficiente di redditività per un youtuber è pari al 78%. Questo significa che il tuo reddito su cui applicare l’aliquota di imposta è pari al 78% dei tuoi ricavi.
Infatti, applicando il coefficiente di redditività ai ricavi (coefficiente di redditività x ricavi) si ottiene il reddito imponibile lordo.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

Da questo si deducono i contributi obbligatori versati nell’anno, ottenendo il reddito imponibile netto. Su quest’ultimo si applica l’aliquota di imposta al 15% (o al 5%, per determinati soggetti) per determinare l’importo in euro da versare allo Stato a titolo di imposta sostitutiva.

Esempio:
Ricavi: 13.000
Coefficiente di redditività: 78%
Contributi obbligatori versati: 2.000 €
Reddito imponibile lordo: 10.140 € (13.000 x 78%)
Reddito imponibile netto: 8.140 € (10.140 – 2.000)
Imposta 15%: 1.221 € (8.140 x 15%).

Contributi INPS per youtubers in Regime forfettario

Oltre al pagamento dell’imposta sostitutiva, il Regime Forfettario prevede il versamento dei contributi previdenziali obbligatori. Essendo uno youtuber, risulti essere un Commerciante e di conseguenza dovrai versare i contributi obbligatori alla Gestione Commercianti INPS. Ti mostriamo il meccanismo di calcolo dei contributi obbligatori per i contribuenti che devono fare riferimento alla Gestione Commercianti:

  • Per la parte di reddito compresa tra 0 e 15.878,00 euro di reddito (il cosiddetto “reddito minimale”) esiste una contribuzione fissa pari a 3.832,45 euro. Quindi, un commerciante che non produce reddito sarà comunque obbligato al versamento di 3.832,45 euro a titolo di contributi previdenziali obbligatori (in 4 rate fisse).
  • Sul reddito eccedente il minimale (fino a 47.143,00 euro) si applica un’aliquota del 24,09%.
  • Sul reddito compreso tra 47.143,01 e 78.572,00 euro, vi è l’applicazione di un’aliquota pari al 25,09%.

N.B: 78.752,00 è l’importo oltre il quale non si versano più i contributi (reddito massimale). Per i lavoratori iscritti al sistema pensionistico a partire dal 1° Gennaio 1996, il massimale è pari a
102.543,00 euro.

Esempio:
Ricavi: 25.000 €
Coefficiente di redditività: 78%
Reddito imponibile: 19.500 €
Contribuzione fissa: 3.832,45 €
Contribuzione eccedente il minimale: 872,54 € (19.500 – 15.878 x 24,09%).

N.B: Puoi richiedere una riduzione del 35% sui contributi INPS da versare.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Anna di FlexTax

Anna di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Fatture Elettroniche
#NoProblem
50€ di sconto sui servizi
+ 1000 fatture elettroniche
Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.