Regime forfettario per Wedding Planner

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Regime forfettario per Wedding Planner

Il regime forfettario permette di accedere a una serie di vantaggi sia di natura fiscale che contabile. Se hai già aperto Partita Iva o hai intenzione di avviare la tua attività di wedding planner in modo autonomo, il Regime Forfettario potrebbe fare al caso tuo. In questo articolo rivolto appunto ai wedding planner, ti forniremo tutte le informazioni che ti saranno utili per trarne una conclusione!

 

Per poter adottare il Regime Forfettario è necessario rispettare determinati requisiti, sarai infatti escluso se ricadrai anche soltanto in una delle cause di esclusione previste da tale Regime. I requisiti da rispettare sono indicati nel nostro articolo dedicato:

 

Limiti forfettario.

 

Ti indichiamo che il Regime Forfettario si adotta con comportamento concludente ad inizio anno o nel momento in cui si apre la Partita Iva, per cui ti basterà emettere le fatture secondo le regole del Forfettario, come vedremo nell’ultimo paragrafo.

Codice Ateco per Wedding Planner

La prima cosa da considerare nel momento in cui decidi di aprire Partita Iva è la scelta del codice Ateco, fondamentale per determinare il reddito imponibile come vedremo più avanti.

Per te che organizzi matrimoni, il codice Ateco che dovrai scegliere è il seguente:

  • 96.09.05 Organizzazione di feste e cerimonie
  • Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

che include:
– organizzazione di matrimoni, compleanni eccetera

 

Nel Regime Forfettario assume un’importante rilevanza il Codice Ateco in quanto è da esso che si determina il coefficiente di redditività associato.
Il coefficiente di redditività è una percentuale, che applicata ai ricavi permette di ottenere il reddito imponibile, la base sul quale andrai a pagare imposta e contributi.

A questo codice Ateco è associato un coefficiente di redditività pari al 67%, ciò significa che il 67% dei tuoi ricavi saranno soggetti ad imposta e contributi, il restante 33% ti verrà riconosciuto come “spesa forfettaria“.

Imposta e contributi per Wedding Planner

Nel Regime forfettario dovrai versare un’unica imposta sul tuo reddito imponibile che sostituisce le imposte ordinarie.

L’imposta sostitutiva è del 15%, che in alcuni casi può essere ridotta al 5% per il primo quinquennio di attività (dal sesto anno in poi sarai obbligato ad applicare il 15%) se vengono rispettate le seguenti condizioni:

  • l’attività intrapresa in Partita Iva non deve rappresentare un mera prosecuzione, per cui non deve rappresentare in nessun modo una continuazione di un’attività svolta in precedenza sia sotto forma di lavoratore autonomo che dipendente (da questo caso sono esclusi i periodi di pratica obbligatori per poter esercitare arti o professioni);
  • non devi aver svolto nei tre anni precedenti dall’apertura della Partita Iva attività d’impresa anche in forma associata o familiare;
  • nel caso in cui rilevi un’attività già avviata, che nell’anno precedente non abbia generato ricavi superiori a 85.000 euro.

Per quanto riguarda i contributi, essendo inquadrata come professionista dovrà iscriversi alla Gestione Separata Inps alla quale verserà i contributi in percentuale del 26,07% sul tuo reddito imponibile.

 

Iscriviti gratis su FlexTax e richiedi assistenza fiscale, utilizza i tool e il sistema di fatturazione, senza limiti di tempo né inserimento di carte di credito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI