Regime Forfettario per registi

  • Professioni
  • Regime Forfettario
Indice

Registi e Regime Forfettario

Il Regime forfettario è il Regime fiscale che permette a chi possiede Partita Iva individuale e decide di adottarlo di ottenere numerosi vantaggi e semplificazioni di tipo contabile e fiscale.

Non tutti possono accedervi però: infatti è necessario assicurarsi di rispettare i requisiti e di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione.

In questo articolo vedremo le caratteristiche principali del Regime Forfettario per registi.

Codice ATECO per registi

Se apro Partita Iva come regista, quale Codice ATECO devo scegliere? Nel momento in cui decidi di aprire Partita Iva, andrai incontro ad alcuni adempimenti burocratici che devi assolvere per comunicare correttamente la tua volontà di dare vita all’attività autonoma di regista.

Un passaggio fondamentale consiste nel scegliere quale Codice ATECO adottare per la tua attività di regista.

Il Codice ATECO, detto anche Codice attività, è un insieme di caratteri alfanumerici che identifica una specifica professione: esistono quindi moltissimi Codici ATECO, uno per ogni attività svolta con Partita Iva.

I Codici ATECO che vanno ad individuare l’attività del regista sono i seguenti:

  • 90.02.02 – Attività nel campo della regia
  • 90.02.09 – Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

È molto importante scegliere il corretto Codice perché ad ognuno di essi è associato un differente coefficiente di redditività, di cui ti parleremo nel prossimo paragrafo.

Calcolo dell’imposta per registi in Regime forfettario

Per determinare l’imposta sostitutiva del 15% è necessario introdurre il concetto di coefficiente di redditività.

Come ti anticipavamo nel paragrafo precedente, ad ogni attività identificata da un diverso Codice ATECO è associato in Regime Forfettario un determinato coefficiente di redditività, che per la tua attività di regista è del 67%, sia che tu scelga il codice 90.02.02, sia che opti per il 90.02.09.

Questo coefficiente è indispensabile per calcolare l’imposta che andrai a versare: lo si deve applicare ai ricavi conseguiti nello scorso esercizio giungendo al reddito imponibile lordo. Da quest’ultimo si potranno dedurre i contributi previdenziali obbligatori versati nell’anno, ottenendo così il reddito imponibile netto.

L’aliquota d’imposta al 15% (o al 5% per determinati soggetti) si applica sul reddito imponibile netto.

Esempio:

Ricavi: 50.000
Coefficiente di redditività: 67%
Contributi obbligatori versati: 8.000 €
Reddito imponibile lordo: 33.500 € (50.000 x 67%)
Reddito imponibile netto: 25.500 € (33.500 – 8.000)
Imposta sostitutiva del 15%: 3.825 € (25.500 x 15%)

Contributi INPS per registi in Regime forfettario

Oltre al pagamento dell’imposta sostitutiva, il Regime Forfettario prevede il versamento dei contributi previdenziali obbligatori.

Come regista, se lavori con soggetti privati, sarai tenuto a versare i contributi obbligatori alla Gestione Separata Inps.

In questo caso, scegliendo il Codice Ateco 90.02.02, ti classifichi come Professionista e al reddito imponibile lordo (ricavi x coefficiente di redditività del 67%) si applica un’aliquota pari al 26,23%.

Se, al contrario, lavori con soggetti del mondo dello spettacolo, dovrai versare i contributi previdenziali all’Ex-Enpals (ora assorbito dall’Inps).

Nel caso in cui invece tu scelga di adottare il Codice Ateco 90.02.09, sarai qualificato come Artigiano in quanto andrai a offrire servizi e dovrai iscriverti e versare i contributi alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, secondo questa fascia di reddito:

  • Se il tuo reddito va da 0 a 16.243 euro, dovrai versare un contributo fisso di circa 3.940 euro all’anno;
  • Se il tuo reddito va dai 16.243 euro in su, oltre ai contributi fissi, dovrai versare anche quelli sul reddito eccedente, calcolandoli con l’aliquota del 24%.

Essendo iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti, potrai richiedere la riduzione del 35% dei contributi, collegandoti al sito dell’Inps ed inviando telematicamente il modulo compilato.

Ti riportiamo ora due esempi per entrambe le situazioni, per avere il quadro completo.

Esempio regista Professionista

Ricavi: € 24.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito: € 16.080 (24.000 x 67%)
Contributi Gestione Separata INPS: € 4.177,58 (16.080 x 26,23%)

Esempio regista Artigiano

Ricavi: € 30.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito: € 20.100 (30.000 x 67%)
Contributi fissi sul minimale: € 3.905,76
Contributi eccedenti il minimale: € 925,68 (20.100 -16.243 x 24%)

Se hai bisogno di assistenza fiscale specifica, crea il tuo Account su FlexSuite e formula gratuitamente tramite ticket le tue domande: uno dei nostri professionisti ti risponderà il prima possibile e cercherà di aiutarti!

Condividi:

6 commenti su “Regime Forfettario per registi”

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Jacopo,

      La ringraziamo per la segnalazione.
      Abbiamo provveduto a correggere e integrare l’articolo.
      Infatti, se i registi lavorano con soggetti del mondo dello spettacolo, sono tenuti a versare i contributi all’Ex-Enpasl (ora inglobato dall’Inps).

      La ringraziamo nuovamente e le auguriamo buona giornata!

  1. Buongiorno,
    avendo aperto partita iva con questi codici ateco, il professionista può eseguire montaggi di materiale per terzi e fare installazioni fisse di materiale inerente alla regia ( es monitor, rack per il controllo multimediale di sale conferenza, impianti audio ecc ) ?
    Se si, può eseguire questo genere di lavori in cantieri aperti ? Non possedendo visura camerale ?

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Alessandro,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Luca,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite
      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto