Regime Forfettario per personal shopper

Personal shopper e Regime Forfettario

Se hai deciso di svolgere l’attività di personal shopper e hai aperto la tua Partita Iva, potresti valutare di adottare il Regime Forfettario. Il Forfettario è, a livello teorico, il Regime fiscale più conveniente perché permette di riservare molteplici vantaggi a chi lo adotta.

La prima cosa che devi fare se stai pensando di accedervi, è quella di controllare di rispettare la soglia massima dei 65.000 euro di ricavi dell’anno precedente e di non incorrere in nessun’altra causa di esclusione.

In questo articolo andiamo ad analizzare i vari aspetti del Regime Forfettario riferiti alla tua attività di personal shopper.

Codice Ateco per personal shopper

Il Codice Ateco è una sequenza di sei numeri che qualifica la tua attività e deve essere adottata per qualsiasi Regime fiscale tu scelga.

Quella del personal shopper si può considerare un’attività nuova, di recente nascita, e il Codice Ateco che la può identificare è il seguente:

  • 96.09.09- Altre attività di servizi per la persona nca

Che include:


– attività di astrologi e spiritisti

– servizi di ricerca genealogica

– servizi di lustrascarpe, addetti al parcheggio di automobili eccetera

– gestione di macchine a moneta per servizi alla persona (cabine per fototessera, bilance pesapersone, macchine per misurare la pressione del sangue, armadietti a chiave funzionanti a moneta)

– assistenza bagnanti (bagnini)

– servizi domestici svolti da lavoratori autonomi

Nel Regime Forfettario questo Codice assume un’importanza fondamentale, in quanto a ciascuno di essi è associato un coefficiente di redditività, da applicare ai ricavi per ottenere il reddito imponibile lordo.

Il coefficiente di redditività associato al Codice Ateco che ti abbiamo riportato per te che sei un personal shopper è del 67%.

Calcolo dell’imposta per personal shopper in Regime Forfettario

Come contribuente forfettario, sarai tenuto a versare l’imposta sostitutiva del 15% sul reddito imponibile netto.

Il reddito imponibile netto lo ricavi sottraendo al reddito imponibile lordo (ricavi x coefficiente di redditività del 67%) i contributi obbligatori versati nell’anno.

In alcuni casi e a precise condizioni, l’aliquota d’imposta può però scendere al 5% per i primi 5 anni di attività.

Esempio:

Ricavi: 15.000 euro
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito imponibile lordo: 10.050 euro (15.000 x 67%)
Contributi obbligatori versati: 2.500 euro
Reddito imponibile netto: 7.550 euro (10.050 – 2.500)
Imposta sostitutiva del 15%: 1.132,50 euro (7.550 x 15%)

Contributi Inps per personal shopper in Regime Forfettario

Oltre all’imposta sostitutiva, dovrai versare i contributi previdenziali sul reddito imponibile lordo. Come personal shopper sarai classificato come Professionista e dovrai versare i contributi nella percentuale del 25,72% alla Gestione Separata Inps.

Nel caso in cui tu fossi un lavoratore dipendente e al tempo stesso titolare di Partita Iva come personal shopper, la percentuale di contribuzione sarà ridotta al 24%.

Esempio:

Ricavi: 15.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito imponibile lordo: 10.050 euro (15.000 x 67%)
Contributi obbligatori versati: 2.500 euro
Reddito imponibile netto: 7.550 euro (10.050 – 2.500)
Imposta sostitutiva del 15%: 1.132,50 euro (7.550 x 15%)
Contributi previdenziali del 25,72%: 2.584,86 euro (10.050 x 25,72%)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Elisa di FlexTax

Elisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Avatar
    Donato Addesso

    Ciao, se sono dipendente, quindi , con busta paga, devo comunque pagare la quota per i contributi previdenziali ? Grazie

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buon pomeriggio Donato,

      per applicare il Regime Forfettario per la tua Partita Iva, oltre al rispetto di tutte le condizioni previste, dovrà controllare anche che il reddito da lavoro dipendente non superi i 30.000 euro all’anno.
      Se contemporaneamente all’attività di lavoro autonomo aprirà la Partita Iva come Professionista, verserà i contributi previdenziali nella misura ridotta del 24% del reddito imponibile, al posto del 25,72%.

      Se ha piacere di ricevere ulteriore assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.
      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.

      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buon pomeriggio!

Lascia un commento

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva