regime forfettarioRegime forfettario per Dentisti

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

regime forfettario

Se sei un dentista con Partita Iva in Regime forfettario, o stai pensando di aprire la tua Partita Iva in Regime forfettario, ti consigliamo di leggere questo articolo!

Supponendo che tu sia laureato, abilitato alla professione per mezzo del superamento dell’Esame di Stato e che tu sia già iscritto all’Albo dei medici Chirurghi e Odontoiatri, ora andremo ad illustrare quali sono i vantaggi del Regime forfettario per la tua professione.

Il Regime forfettario

Preventivamente dovresti verificare di rispettare tutti i requisiti previsti dal Regime forfettario:

  • i ricavi dell’anno precedente non devono essere superiori a 85.000 euro;
  • il reddito da lavoro dipendente o assimilato (per esempio la pensione) dell’anno precedente non deve superare 30.000 euro;
  • le spese per personale/collaboratori dell’anno precedente non devono essere superiori a 20.000 euro;
  • non devi fatturare per più del 50% al tuo datore di lavoro attuale o avuto nei due anni precedenti all’apertura della Partita Iva;
  • non devi far parte di società di persone, associazioni o imprese familiari;
  • non devi avere il controllo diretto o indiretto di una srl e contemporaneamente svolgere un’attività economicamente riconducibile;
  • devi necessariamente avere la residenza in Italia, in un Paese dell’Unione Europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio Economico Europeo (Norvegia, Islanda, Liechtenstein). Negli ultimi due casi la produzione del reddito deve essere svolta per almeno il 75% in Italia;
  • non devi avviare una vendita di terreni edificabili, fabbricati o mezzi di trasporto;
  • non puoi applicare un Regime Speciale Iva (es. produzione agricola, pesca, ecc) o un regime forfettario di determinazione del reddito.
Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Leggi di più:
Limiti del Regime forfettario

Se non rientri in cause di esclusione, potrai adottare il Regime forfettario.

Il Codice Ateco

Il Codice Ateco corretto per la tua attività da Dentista è il seguente:

  • 86.23.00Attività degli studi odontoiatrici

Che include:

  • cure odontoiatriche di natura generale o specialistica, ad esempio odontoiatria, endodonzia e odontoiatria pediatrica; trattamento delle patologie del cavo orale;
  • attività ortodontiche;
  • attività odontoiatriche svolte in sale operatorie.

Il coefficiente di redditività

Per ogni Codice Ateco, è presente un coefficiente di redditività associato. Questa percentuale viene utilizzata per il calcolo dell’imposta sostitutiva dovuta.

Il Codice Ateco 86.23.00 riporta un coefficiente di redditività pari al 78%. Ciò significa che il 22% degli incassi percepiti durante l’anno, saranno riconosciuti come “spesa forfettaria” per la tua attività e verranno scomputati dall’imponibile per il calcolo dell’imposta dovuta.

Approfondisci qui:
Regime forfettario coefficiente di redditività

L’imposta sostitutiva

L’imposta sostitutiva è l’unica imposta dovuta nel Regime forfettario, e sostituisce, appunto, tutte le imposte che normalmente vengono versate nei Regimi Ordinari.

L’aliquota dell’imposta sostitutiva è del 15%, ma per i primi cinque anni di attività, se vengono rispettati alcuni requisiti, può scendere al 5%.

Vediamo adesso come viene calcolata.

Supponiamo che la tua Partita Iva sia stata aperta l’anno scorso e che tu abbia incassato in tale anno 55.000 euro. Ipotizzando che rispetti tutti i requisiti previsti per il versamento dell’imposta sostitutiva con aliquota al 5%, il calcolo da fare sarà il seguente:

  • 55.000 x 78% = 42.900 reddito imponibile su cui calcolare l’imposta
  • 42.900 x 5% = 2.145 imposta dovuta a saldo dell’anno precedente

La cassa previdenziale e il versamento dei contributi obbligatori

Siccome sei un professionista inquadrato come Dentista, non sarà necessario aprire alcuna posizione in Gestione Separata Inps. Infatti, la tua posizione contributiva, è disciplinata dall’Enpam.

Per conoscere le modalità previste per il versamento dei contributi, puoi consultare il sito dell’Ente stesso: Enpam – Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici.

Se vuoi ulteriori informazioni crea gratuitamente il tuo account su FlexTax e contattaci tramite ticket o telefono.

Se invece vuoi affidare a noi le pratiche per l’apertura della tua Partita Iva e la gestione contabile, puoi trovare tutti i nostri servizi dedicati nel nostro E-Service.

Per la tua attività di dentista, se vorrai aprire Partita Iva in Regime forfettario, il servizio adatto è:

Apertura e contabilità professionisti forfettario
Sempre se adotterai il forfettario, ma hai la Partita Iva già aperta e desideri affidarci la gestione della tua contabilità, il servizio adatto per te è:

Contabilità professionisti forfettario

Se adotterai il Regime Ordinario semplificato per la tua Partita Iva, il discorso è analogo e dunque dovrai scegliere tra i due seguenti prodotti:

Apertura e contabilità professionisti semplificato

Contabilità professionisti semplificato

Vuoi saperne di più? L’Assistenza di FlexTax è sempre disponibile per rispondere ad ogni tua domanda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo