Regime forfettario per amministratore di condominio

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Regime forfettario per amministratore di condominio

É possibile applicare il Regime forfettario per amministratore di condominio?

Alla domanda: posso aprire Partita Iva in Regime forfettario per l’attività di amministratore di condominio? La risposta è sì!

Potrai adottare il Regime forfettario per la tua Partita Iva di amministratore di condominio se rispetterai tutte le condizioni previste per la sua applicazione. Una volta appurato di rispettarle dovrai fare attenzione agli adempimenti fiscali che il Regime forfettario prevede, ovvero il versamento di imposte e contributi.

Nel Regime forfettario è presente un’unica imposta, ovvero l’imposta sostitutiva  con aliquota del 15% da versare sul reddito imponibile. Quest’ultimo potrai calcolarlo attraverso il Coefficiente di redditività collegato al Codice Ateco scelto per la tua attività. L’imposta sostitutiva si potrà ridurre al 5% per i primi 5 anni di attività alle seguenti condizioni:

  • l’attività non deve essere una mera prosecuzione di una che svolgevi già in precedenza sia come dipendente che come impresa familiare;
  • Nei 3 anni precedenti l’apertura della tua Partita Iva non devi aver svolto attività d’impresa, né in forma individuale, né associata, né familiare;
  • Se l’attività che andrai a svolgere era già svolta da un altro soggetto e tu la rilevi, devi assicurarti che l’ex titolare abbia rispettato il limite di 85.000 euro di ricavi nell’anno precedente.
  • Calcola gratis le tasse da pagare e richiedi assistenza fiscale​

    Inizia Gratis

Trascorsi i primi 5 anni di imposta al 5%, l’aliquota salirà direttamente al 15%.

Oltre all’imposta sostitutiva dovrai versare anche i contributi alla Gestione Separata Inps per il 26,23% del tuo reddito, i quali potranno essere ridotti al 24% se svolgi un contestuale lavoro dipendente o percepisci reddito da pensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI