Regime forfettario come si calcola il reddito imponibile

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Regime forfettario come si calcola il reddito imponibile

Regime forfettario come si calcola il reddito imponibile

Il Regime forfettario è caratterizzato da un particolare meccanismo per il calcolo del reddito imponibile.

Negli altri Regimi fiscali, il reddito imponibile è calcolato con la tradizionale sottrazione dei costi sostenuti dal totale dei ricavi generati dall’attività economica.

Nel Regime forfettario, il meccanismo è lo stesso ma varia il modo in cui vengono conteggiate le spese da sottrarre ai ricavi conseguiti.

Quindi possiamo sintetizzare come segue:

Regime forfettario

Reddito imponibile = ricavi conseguiti – spese forfettarie – eventuali contributi obbligatori pagati nell’anno precedente

La particolarità di questo Regime è proprio il modo in cui vengono calcolate le spese forfettarie.

 

Regime forfettario come si calcola il reddito imponibile: le spese forfettarie

Anche le spese forfettarie rappresentano i costi sostenuti nello svolgimento della propria attività economica, ma sono una percentuale fissa dei ricavi generati dalla tua attività, non i costi effettivamente sostenuti.

In altre parole, mentre quando svolgi un’attività soggetta a un altro Regime fiscale, le spese da sottrarre ai tuoi incassi potrai conteggiarle solo a fine anno, se aderisci al forfettario puoi già stimare a inizio anno le spese che ti saranno riconosciute.

Calcola gratis le tasse da pagare e richiedi assistenza fiscale​

Inizia Gratis

Qual’è il tuo coefficiente di redditività?

Tipologia di attivitàCodici ATECO relativiCoefficiente di redditività
Industrie alimentari e delle bevande(10-11)40%
Commercio all’ingrosso e al dettaglio45- (da 46.2 a 46.9) – (da 47.1 a 47.7) – 47.940%
Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande47.8140%
Commercio ambulante di altri prodotti47.82-47.8954%
Costruzioni e attività immobiliari(41-42-43) – (68)86%
Intermediari del commercio46.162%
Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione(55-56)40%
Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari ed assicurativi(64-65-66) – (69-70-71-72-73-74-75) – (85) – (86-87-88)78%
Altre attività economiche(01-02-03) – (05-06-07-08-09) – (12-13-14-15-16-17-18-19-20-22-22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33) – (35) – (36-37-38-39) – (58-59-60-61-62-63) – (77-78-79-80-81-82) – (84) – (90-91-92-93) (94-95-96) – (97-98) – (99)67%

Quanto fin qua detto, risulta molto complicato ma in realtà il meccanismo è più semplice di quanto sembra, segue un esempio concreto che lo dimostra.

Regime forfettario come si calcola il reddito imponibile: esempio

Se vuoi aderire al forfettario con la tua Partita Iva (o già vi aderisci), la prima cosa che devi fare è informarti sul Codice ATECO che corrisponde alla tua specifica attività.

Puoi trovare il tuo Codice ATECO all’interno della nostra pagina dedicata: Regime forfettario codici ATECO

Infatti, è proprio il Codice ATECO che rivela il relativo coefficiente di redditività che serve per il calcolo delle spese forfettarie.

Cosa rappresenta il coefficiente di redditività?

Questo è un passaggio fondamentale, perché l’applicazione del coefficiente di redditività permette di calcolare l’ammontare di spese forfettarie della propria attività.

Le spese forfettarie non sono le spese che hai realmente sostenuto nello svolgimento della tua attività, ma sono quelle che secondo la disciplina del Regime forfettario, si spendono in media per la tua specifica attività.

Se per esempio per un idraulico è previsto l’86% di coefficiente di redditività, significa che per la sua attività, è stato previsto che per guadagnare 1.000 euro ne debba spendere 140.

Applicando il coefficiente di redditività per il calcolo del Reddito imponibile, il nostro idraulico dovrà considerare solo 860 euro (fatturato di 1.000 euro meno il 14% di spese forfettarie).

Ovviamente il meccanismo delle spese forfettarie è conveniente se le spese che l’amico idraulico ha effettivamente sostenuto sono minori/uguali a 140 euro, se egli ha speso di più, la parte eccedente dei suoi costi non potrà scaricarla in nessun modo e dovrà quindi valutare attentamente se gli conviene comunque o meno aderire al Regime forfettario.

Approfondisci quando è conveniente aderire al Regime forfettario.

8 commenti su “Regime forfettario come si calcola il reddito imponibile”

  1. Avatar Fabio Consolini
    Fabio Consolini

    Buongiorno, un dubbio. mio figlio giornalista professionista con partita IVA in regime forfettario deve i contributi previdenziali all’INPGI. Questi sono da calcolarsi sul quello che reddito netto o sulla base imponibile per per la sua professione, in ragione del codice ATECO, è pari al 67 % ? Inoltre, nell’applicazione del calcolo della tassazione al 5% per il regime forfettario sull’imponibile (67% del reddito reale introitato) deve essere decurtato anche quanto si versa di previdenza all’INPGI ?

  2. Buonasera,
    sono un lavoratore autonomo a regime forfettario e codice di redditività al 67%. Vorrei dei chiarimenti riguardo al restante 33% che viene considerato “spesa forfettaria”. Nel mio caso specifico le spese sono pari a zero come specifico ogni anno nel quadro RS del modello unico.
    Vorrei sapere se c’è un modo per dimostrarlo perchè questa fetta non indifferente di stipendio netto non viene considerata dalle banche e mi sta danneggiando ora che ho bisogno di un mutuo per comprare casa.
    Vi rngrazio anticipatamente
    Cordiali saluti
    Mariano

    1. Buongiorno Mariano,
      il regime Forfettario prevede il riconoscimento di una “spesa a forfait” a monte delle spese sostenute per lo svolgimento della propria attività.
      In questo regime non è possibile gestire diversamente i ricavi.
      Infatti se sosterrà spese per la sua attività dovrà fare attenzione a non superare il 33% dei suoi ricavi.
      Se non sosterrà spese tale rimanenza sarà per lei un effettivo guadagno.

      La ringraziamo e le auguriamo una buona giornata!

  3. Salve,
    se oltre al reddito di lavoratore autonomo in regime forfetario, quindi credo sia quadro LM, ho anche diritto alle detrazioni per figli a carico o alri oneri deducinili_Cioeà compilo il quadro RN e scalo dallàimposta sostitutiva le detrazioni per figlia a carico?
    grazie in anticipo

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Massimo,

      la ringraziamo per averci contattato, ma in questo contesto non ci è possibile fornire istruzioni operative su come compilare in autonomia la propria Dichiarazione dei redditi.
      Non disponendo infatti di sufficienti elementi, rischieremmo di indicarle dati errati.

      La ringraziamo nuovamente e le auguriamo buona giornata!

  4. Salve.
    Un piccolo chiarimento visto che sono alla prima dichiarazione dei redditi. In base al codice ateco attribuitomi il mio coefficiente di redditività è del 67%. Nel corso del 2019 ho fatturato 3.000€ ma non ho effettuato alcuna spesa.
    Chiedo: l’imposta sostitutiva al 5% ed il calcolo dei contributi della gestione separata saranno comunque effettuati sull’imponibile di 2.010€ pur non avendo sostenuto alcuna spesa?
    Grazie mille.

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Salvatore,

      imposta e contributi verranno calcolati sul reddito imponibile, il quale si ottiene dall’applicazione del coefficiente di redditività ai ricavi conseguiti.
      Pertanto, anche se non ha sostenuto alcuna spesa nel corso del 2019, verserà imposta e contributi sul reddito imponibile così calcolato.

      Speriamo di averla aiutata.
      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI