Realizzo siti internet e progetti digitali, posso aprire una partita Iva forfettaria?

  • Domande e Risposte

Sono un web designer, realizzo siti internet e progetti digitali, posso aprire una partita iva forfettaria?

 

Se vorrà adottare il regime Forfettario per la sua Partita Iva dovrà sincerarsi di rispettare tutti i requisiti da esso previsti: Limiti regime forfettario.

Per l’attività di web designer, il codice Ateco da noi consigliato è:

  • 74.10.21 – Attività dei disegnatori grafici di pagine web;
    Se potrà adottare il regime Forfettario, il reddito imponibile si calcolerà applicando ai ricavi dell’anno (intesi come fatture incassate) il coefficiente di redditività: percentuale associata al suo codice Ateco che in questo caso è 78%.

Per l’attività di creazione siti, le suggeriamo il seguente codice Ateco:

  • 62.01.00 – Produzione di software non connesso all’edizione
    Il coefficiente di redditività associato al suddetto codice Ateco è 67%.

Se inizialmente i ricavi da lei previsti non giustificassero il versamento dei contributi fissi previsti dalla Gestione Artigiani Inps, potrà inquadrarsi come libero professionista alla Gestione Separata Inps, verso la quale verserà i contributi pari al 26,23% del suo reddito.

Il regime Forfettario prevede inoltre il versamento di un’unica imposta al con aliquota al 15%, che potrà essere ridotta al 5% per i primi cinque anni di attività se rispetta alcune condizioni: Regime forfettario imposta sostitutiva 5%.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto