Quali sono i codici ateco, i costi, benefici, le tasse da pagare per attività di infermiere e OSS?

Vorrei aprire una partita iva agevolata come infermiere e una come oss, identificando gli opportuni codici ateco, vorrei capire cosa devo fare, i costi, i benefici e una simulazione relativamente a guadagni e tasse.

Per poter adottare il Regime forfettario è necessario essere in possesso di tutti i requisiti richiesti: Limiti Regime forfettario

In riferimento al suo accenno circa i “benefici”, le indichiamo che adottando il Regime forfettario:

  • non dovrà inserire l’Iva in fattura nè applicare la ritenuta d’acconto, ma su tutte le fatture di importo superiore a 77,47 euro dovrà apporre una marca da bollo da 2 euro
  • attualmente i contribuenti forfettari hanno ancora la possibilità di scegliere se emettere fattura cartacea elettronica (in attesa che il Governo italiano si pronunci circa l’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica anche ai contribuenti forfettari)
  • in sostituzione dell’Irpef, Irap etc, verserà esclusivamente l’imposta sostitutiva al 15% o al 5% per i primi 5 anni di attività se rispetta tutti i requisiti: Imposta sostitutiva al 5%.

Alla medesima persona fisica non possono essere intestate più Partite Iva, ma sulla stessa Partita Iva possono convivere più codici Ateco che fanno riferimento ad attività differenti.

Nel suo caso specifico, volendo lei svolgere sia attività di infermiere sia attività di OSS, potrà utilizzare un unico codice Ateco per entrambe le attività, ovvero il codice:

  • 86.90.29 – “Altre attività paramediche indipendenti nca”

che include:

– servizi di assistenza sanitaria non erogati da ospedali o da medici o dentisti: attività di infermieri, o altro personale paramedico nel campo dell’optometria, idroterapia, massaggi curativi, terapia occupazionale, logopedia, chiropodia, chiroterapia, ippoterapia, ostetriche eccetera
– attività del personale paramedico odontoiatrico come gli specialisti in terapia dentaria, gli igienisti

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

Al suddetto codice Ateco è associato un coefficiente di redditività del 78%.

La differenza tra le sue due attività emergerà nel momento in cui si parla di contributi previdenziali, infatti:

  • per l’attività di infermiere dovrà versare i contributi all’ENPAPI, cassa previdenziale dedicata agli infermieri. Essendo i rapporti con la Casse specifiche da gestire in autonomia, per importi e scadenze contributive dovrà rivolgersi direttamente a tale cassa;
  • per l’attività di OSS dovrà versare i contributi alla Gestione Separata Inps, sul reddito imponibile, in percentuale al 26,23%.

Come indicato nelle righe precedenti, per sapere importi contributivi e scadenze per l’attività di infermiere, le suggeriamo di contattare direttamente l’ENPAPI.

Procederemo a fornirle due esempi validi per l’attività di OSS.

Simulazione calcolo imposta e contributi

Ricavi annui: 30.000 €

Coeff. di redditività: 78%

Imposta sostitutiva: 5%

Reddito imponibile: (ricavi x coefficiente di redditività) = 30.000 x 78% = 23.400 €

Imposta sostitutiva 5%: (reddito imponibile x 5%) 23.400 x 5% = 1.170 €

Contributi (reddito imponibile x 26,23%) = 6.137,82 €

Ne consegue dunque che, a fronte di 30.000 euro di ricavi come OSS, sarà soggetto al versamento di 1.170 euro di imposta sostitutiva e 6.137,82 di contributi previdenziali.

Essendo la sua Partita Iva ancora da aprire, abbiamo ipotizzato che non siano stati versati contributi obbligatori nell’anno preso in considerazione per l’esempio, altrimenti questi andavano dedotti dal reddito imponibile per il calcolo dell’imposta sostitutiva.

Le ricordiamo che:

Qualora avesse il piacere di affidare a noi l’apertura della sua partita Iva come infermiere/OSS e la gestione della contabilità per l’anno in corso, il servizio adatto a lei è il seguente:

Acquistando il suddetto servizio, ci occuperemo dell’apertura della sua Partita Iva e della contabilità della sua attività fino al 31 dicembre 2022, con incluse la compilazione degli F24 e la Dichiarazione dei redditi che percepirà nell’anno da presentare a giugno 2023.

Potrà contattare il suo Referente in qualsiasi momento ne abbia bisogno, sia via ticket che telefonicamente, prenotando la sua chiamata nella fascia oraria di sua preferenza.

Potrà emettere le fatture cartacee ed elettroniche direttamente dalla sua area riservata, le quali si salveranno in automatico nella sezione dedicata.

In questo modo, potrà avere una panoramica dell’andamento della sua attività e il Referente a lei assegnato potrà visionarne i dettagli per compilare la Dichiarazione.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Marilisa di FlexTax

Marilisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.