Qual è il codice ateco per servizi di noleggio stampanti?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Con la partita iva forfettaria quale consulente informatico posso fornire e fatturare servizi di noleggio stampanti ai miei clienti e, in tal caso, quale codice ATECO devo attivare?

Le indichiamo che per svolgere servizi di noleggio di stampanti con la sua Partita Iva, dovrà presentare una variazione all’Agenzia delle Entrate per aggiungere il seguente codice Ateco:

  • 77.33.00 – Noleggio di macchine e attrezzature per ufficio (inclusi i computer)
    che include:

    • noleggio e leasing operativo di macchine e attrezzature per ufficio: computer e attrezzature periferiche, fotocopiatrici, duplicatori, macchine per scrivere e macchine per l’elaborazione di testi, macchine e attrezzature contabili: registratori di cassa, calcolatrici elettroniche eccetera, mobili per ufficio.

Nel Regime forfettario, il reddito imponibile (ovvero la base su cui si calcolano imposta e contributi), si ottiene applicando ai ricavi un coefficiente di redditività. Il coefficiente di redditività è una percentuale associata al codice Ateco.

Nel caso del codice Ateco 77.33.00, il coefficiente di redditività è del 67%. Ciò significa che il 67% dei suoi ricavi sono soggetti a imposta e contributi, il restante 33% è considerato “spesa forfettaria” da lei sostenuta per lo svolgimento dell’attività.

Aggiungendo tale codice Ateco dovrà iscriversi in Camera di Commercio a cui dovrà versare il diritto Camerale annuale di circa 50 euro annui, bolli e diritti di segreteria in fase di iscrizione.

Approfondisci: Cos’è il Diritto Camerale Annuale

Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Verserà i contributi alla gestione Artigiani e Commercianti Inps secondo il seguente schema:

  • per il reddito compreso tra 0 euro e 18.415 euro: verserà contributi fissi di 4.515,43 euro;
  • superato il reddito minimale di 18.415 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà anche in percentuale al 24,48% circa.

Se anche solo uno dei codici Ateco adottati prevede l’iscrizione in Camera di Commercio anche tutti gli altri vengono da essa attratti. Di conseguenza, verserà i contributi alla gestione Artigiani e Commercianti, secondo lo schema sopra riportato.

Essendo in Forfettario, potrà richiedere la riduzione dei contributi Inps del 35%: Riduzione contributi artigiani e commercianti.

Le ricordiamo che oltre ai contributi Inps sarà soggetto al versamento dell’imposta sostitutiva al 5% o al 15%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo