Qual è il Codice Ateco per l’attività di Dog Sitter?

Codice Ateco per Dog Sitter

Una figura che sta diventando sempre più popolare è quella del Dog Sitter, ovvero colui o colei che presta cure e attenzioni al cane come sua attività lavorativa.

Il Dog Sitter che intende aprire una Partiva Iva, in fase di apertura dovrà indicare il Codice Ateco previsto per la sua attività.

In questo caso, il codice Ateco da prendere in considerazione è il seguente:

96.09.04 – Servizi di cura degli animali da compagnia.

Che comprende anche attività di:

  • servizi di cura degli animali da compagnia quali: presa in pensione, toelettatura, addestramento, custodia.
  • attività dei canili.
  • attività dei Dog-Sitter.
  • servizi degli accalappiacani.

Regime forfettario per Dog Sitter

Come Dog Sitter (o per altre attività collegate sopra elencate) avrai la possibilità di scegliere di applicare il Regime forfettario alla tua Partita Iva.


Il Regime forfettario permette di avere accesso a diverse semplificazioni sia in ambito contabile che fiscale.

Se adotti il Regime forfettario alla tua attività, avrai due tipologie di “uscite”:

Il Codice Ateo 96.09.04, prevede un coefficiente di redditività del 67%, ovvero per € 10.000 di ricavi, € 6.700 saranno soggetti ad imposta e contributi mentre 3.300 saranno considerate le spese forfettarie.

Per aderire al Forfettario non dovrai avere avuto ricavi superiori a € 65.000 l’anno precedente e non dovrai rientrare in nessuna delle cause di esclusione previste per la permanenza in tale Regime.

Codice Ateco per Dog Sitter: Contribuzione

Come affermato nel precedente paragrafo, a seconda della modalità con cui svolgi l’attività di Dog Sitter, potrai essere considerato un libero professionista (Gestione Separata) o dovrai classificarti come ditta individuale iscritta in Camera di Commercio (Gestione Artigiani e Commercianti).

Se ad esempio offri consulenze in merito all’addestramento dei cani sarai un libero professionista se, invece, ti occuperai della toelettatura dei cani sarai un Artigiano.

Essere iscritto alla Gestione Separata Inps esonera dal pagamento di contributi fissi, infatti dovrai pagare all’INPS solo il 25,72% dei ricavi ottenuti.

Essere classificato come un Artigiano o un Commerciante, comporta l’iscrizione alla Gestione Artigiani e Commercianti che prevede il versamento di un contributo fisso di circa € 3.800 fino ad un reddito di € 15.953 e per il reddito eccedente ad esso una percentuale di circa il 24%.

Andrà valutata per ogni situazione l’inquadramento più adeguato.

Esempio di calcolo imposta sostitutiva

Arianna è una giovane donna amante dei cani, che lavora come Dog Sitter operando da libera professionista. Nel suo ultimo anno ha conseguito ricavi per 12.500€.

Ricavi: 12.500 €

Coefficiente di Redditività: 67%

Reddito Imponibile: 8.375 € (12.500€ x 67%)

Imposta Sostitutiva: 1.256,25 € (8.375 x 15%)

Contributi gestione separata: 2.154,05 € (8.375 x 25,72%)

NB: Nel calcolo riportato nell’esempio abbiamo omesso per semplicità la deduzione dal reddito imponibile dei contributi obbligatori versati nell’anno.

Aprire Partita Iva Dog Sitter con Flex Tax

Se possiedi tutte le caratteristiche necessarie e decidi di aprire la Partita Iva come Dog Sitter in Regime forfettario, Flex Tax può aiutarti.

Offriamo due tipologie di servizi per l’apertura della Partita Iva:

Se, invece, hai già la Partita Iva aperta ma non hai ancora un Professionista che ti offra un’adeguata assistenza, potrai abbonarti a Flex Tax con il servizio Gestione contabilità professionisti o artigiani e commercianti 2020 con Flex Tax.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Anna di FlexTax

Anna di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva