Qual è il codice ateco per attività come musicista?

Domande e risposte flextax

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Sono un lavoratore dipendente part-time a tempo determinato. Essendo anche musicista sarei interessato ad aprire una partita IVA in regime forfettario per le entrate derivate da lavori occasionali (partecipazione in canzoni, lavori di mixaggio audio per clienti ecc).

Vorrei avere una consulenza riguardo al codice Ateco nel quale verrei inquadrato e capire quali costi comporterebbe (contributi INPS ecc).

Per poter aprire la sua Partita Iva, essendo lei anche dipendente, dovrà controllare di non fare concorrenza al suo datore di lavoro, aspetto giuridico presente in ogni contratto di lavoro.

Per poter adottare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, dovrà controllare per prima cosa di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui:

Limiti Regime Forfettario

Potrà applicare il Forfettario per la sua Partita Iva se il suo reddito da lavoro dipendente è inferiore ai 30.000 euro all’anno.

Inoltre, per poter mantenere il Forfettario anche l’anno successivo, non dovrà fatturare prevalentemente (per più del 50%) al datore di lavoro attuale o avuto nei due anni precedenti l’apertura della sua Partita Iva.

L’attività di musicista prevede l’adozione del seguente Codice Ateco:

  • 90.01.09 – Altre rappresentazioni artistiche
    che include:

      Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
      Scarica gratis ora

    • rappresentazioni di concerti, di opere liriche o di balletti e di altre produzioni artistiche: attività di gruppi, circhi o di compagnie, di orchestre o di complessi musicali, attività di artisti individuali quali ballerini, musicisti, cantanti, disk-jockey, conferenzieri o oratori, modelle, controfigure

Il coefficiente di redditività associato a tale Codice è del 67%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi da versare.

L’imposta sostitutiva è del 15%, con la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se ne rispetta le condizioni:

Regime forfettario imposta sostitutiva 5%

Si dovrà qualificare come Professionista e se lavorerà con privati, dovrà versare i contributi alla Gestione Separata Inps per il 26,07% del suo reddito, i quali saranno ridotti al 24% se svolge un contestuale lavoro dipendente.

Al contrario, se lavorerà con soggetti del mondo dello spettacolo dovrà versare i contributi all’Ex-Enpals (ora inglobata Inps).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI