Aprire Partita IvaChi ha Partita Iva può fare prestazioni occasionali

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Aprire Partita Iva

Partita Iva e prestazioni occasionali

Gli imprenditori spesso si trovano nella situazione di dover compiere prestazioni occasionali. Innanzitutto bisogna sottolineare che è possibile svolgere prestazioni occasionali anche se si è in possesso di Partita Iva, ma bisogna fare opportune precisazioni.

Per poter comprendere se un soggetto in possesso di una propria Partita Iva possa svolgere delle prestazioni occasionali, è necessario innanzitutto verificare se questa prestazione occasionale rientra nello stesso ambito professionale di quella esercitata con Partita Iva oppure no.

All’interno dei prossimi paragrafi andremo a distinguere tra prestazioni occasionali che hanno a che fare con l’attività svolta con Partita Iva ed attività che non hanno nulla a che fare con l’attività svolta con Partita Iva.

Partita Iva in ambito professionale diverso da quello delle prestazioni occasionali

Nel caso in cui non vi sia alcuna correlazione tra l’ambito di attività professionale con Partita Iva e l’ambito della prestazione occasionale, sarà possibile effettuare la prestazione occasionale come un’attività di lavoro autonomo occasionale a tutti gli effetti (tenendo conto quindi di tutti gli adempimenti legati a tali tipologie di attività).

Quindi, in questi casi, il professionista potrà effettuare una prestazione occasionale emettendo l’apposita ricevuta per prestazioni di lavoro autonomo occasionali.

NB: ovviamente queste prestazioni dovranno essere “occasionali”, quindi non ripetitive nel tempo.

Inoltre, dovrai fare particolare attenzione nel caso in cui rientri nel Regime forfettario.

Regime forfettario e prestazioni occasionali

Se rientri nel Regime forfettario con la tua attività professionale, potrai svolgere prestazioni occasionali in un ambito diverso da quello con Partita Iva forfettaria, ma in questo caso, saranno tassate diversamente rispetto a quelle svolte con Partita Iva forfettaria.

Essendo considerate due attività separate, i ricavi proveniente dall’attività “abituale” saranno assoggettati alla disciplina del Regime forfettario, quindi soggetti ad imposta sostitutiva, invece i redditi derivanti dalle diverse prestazioni occasionali (non rientrando nel Regime forfettario per tali tipologie di attività) saranno soggetti ad Irpef.

Se rientri nel Regime forfettario e svolgi attività di tipo occasionale in un ambito di attività differente da quello in cui possiedi Partita Iva forfettaria, dovrai quindi assoggettare ad Irpef i redditi derivanti da tali prestazioni occasionali.

NB: su questi redditi che vengono assoggettati al pagamento dell’Irpef avrai il diritto alle detrazioni che non sono riconosciute invece se rientri nel Regime forfettario (spese per familiari a carico, per spese mediche, mutuo).

Partita Iva in un ambito professionale coerente con quello delle prestazioni occasionali

Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Nel caso in cui, invece, l’attività oggetto di prestazione occasionale sia un’attività svolta in un ambito coerente con l’attività professionale (anche se in Regime forfettario), non è propriamente corretto parlare di prestazioni “occasionali”, in quanto queste prestazioni rientrano a tutti gli effetti nella stessa Partita Iva e nello stesso codice di attività previsto per svolgere l’attività professionale “abituale”.

Ciò non comporterà alcuna differenza in ambito fiscale, in quanto, le prestazioni occasionali, rientrando all’interno della Partita Iva forfettaria, saranno assoggettate a tutti gli effetti ad imposta sostitutiva e alle regole riguardanti il Regime forfettario, proprio come l’attività abitualmente svolta dal professionista.

2 commenti
"Chi ha Partita Iva può fare prestazioni occasionali"
  1. Buonasera, grazie per l’articolo. Volevo sapere se un persona ha svolto nello stesso anno un’attività prima in forma occasionale subendo per i primi mesi ritenute d’accordo e poi ha aperto partita iva forfettaria per svolgerla professionalmente come funziona? Ha comunque diritto alla detrazioni IRPEF per i mesi svolti senza che avesse ancora aperto partita iva e con ritenuta d’acconto?
    Nel caso di specie ho fatto per i primi mesi dell’anno il rider come prestazione occasionale per la quale subivo la ritenuta racconto, poi mi hanno fatto aprire partita iva perché stavo per superare i 5mila euro. Volevo sapere se la parte di reddito percepita in prestazione occasionale sarà soggetta ad IRPEF e dunque a detrazioni (essendo inferiore ai 4800 euro) oppure se si somma a quanto percepito successivamente all’apertura della partita iva e gli si applica dunque il 5% di tassazione agevolata.

    1. Elisa di FlexTax

      Buonasera Kris,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buona serata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo