Posso aprire Partita Iva per lavorare con il mio attuale datore di lavoro?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Vorrei aprire Partita Iva per lavorare con il mio attuale datore di lavoro, collaborando con uno studio di geometri. Sono in possesso di abilitazione alla libera professione ma non ancora iscritta all’Albo.

Come devo muovermi e cosa si intende che non devo fatturare al mio datore di lavoro?

Prima di dirle come fare per aprire Partita Iva per lavorare con il suo attuale datore di lavoro, le ricordiamo che per poter adottare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, dovrà controllare di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui:

Limiti Regime Forfettario.

Le indichiamo che potrà aprire inizialmente la sua Partita Iva come disegnatore tecnico in Gestione Separata Inps e, una volta iscritta all’albo, potrà effettuare la variazione del Codice Ateco con quello per geometri e procedere all’iscrizione presso la Cipag, la Cassa previdenziale dei geometri.

Possiamo dirle che se aprirà ora la sua Partita Iva:

  • il limite di 85.000 euro di ricavi per mantenere il Forfettario anche l’anno successivo andrà proporzionato ai giorni di attività;
  • se applicherà l’imposta sostitutiva al 5%, anche applicandola solo per pochi di mesi, le sarà considerato come primo anno per intero dei 5 di cui usufruire della riduzione d’imposta;
  • a giugno dell’anno successivo dovrà presentare la Dichiarazione dei redditi.
Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

  • non dovrà fatturare prevalentemente al suo attuale datore di lavoro o quello avuto nei due anni precedenti l’apertura della P.I.

Per datore di lavoro si intende il soggetto al quale lei è legata da un contratto di lavoro dipendente.

Se non è mai stata e non è legata da un contratto di lavoro dipendente, non ricadrà nella causa di esclusione da lei indicata.

Se lei ha lavorato tramite prestazioni occasionali o lavorerà semplicemente in Partita Iva, lo studio non sarà considerato suo datore di lavoro ma semplicemente suo cliente/committente.

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *