Posso aprire P.Iva in Italia anche se lavoro come dipendente all’estero?

  • Domande e Risposte

Posso aprire P.Iva in Italia anche se lavoro come dipendente all’estero?

Certo, può aprire la Partita Iva e adottare il Regime forfettario se rispetta tutte le condizioni richieste.

Dovrà prestare attenzione a non fatturare prevalentemente nei confronti del datore di lavoro avuto nei due anni precedenti (o attuale), altrimenti rientrerà in una delle cause di esclusione previste per il Regime forfettario e non potrà più applicarlo l’anno successivo.

Dalla formulazione della causa di esclusione per chi fattura in prevalenza al proprio datore di lavoro non risulta distinzione tra datori di lavoro esteri e italiani, pertanto riteniamo che in entrambe le situazioni si venga esclusi.

Approfondisci l’argomento qui:

Regime forfettario con lavoro dipendente

Regime forfettario lavoratori dipendenti

Condividi:

2 commenti su “Posso aprire P.Iva in Italia anche se lavoro come dipendente all’estero?”

  1. Salve. Una domanda sono una cittadina italiana residente all’estero e lavoratrice dipendente in Germania. Volevo fare un lavoro con partita IVA in Italia e volevo sapere dove pago le tasse del lavoro con partita IVA?
    La ringrazio in anticipo.

    1. Marilisa di FlexTax

      Buonasera Rosy

      Può sottoporre la sua domanda ai nostri esperti fiscali tramite ticket, in questo modo potranno consigliarla in merito alla possibilità di aprire una partita Iva in Italia.
      Con la registrazione, avrà a disposizione fino a 10 ticket gratuiti all’anno. Per iscriversi gratuitamente, può andare sulla pagina “Creazione Account – FlexSuite“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto