Non ho inserito in fattura la partita Iva del cliente extra Ue, devo correggerla?

Ho emesso la prima fattura verso un’azienda estera (extra-UE), ma non ho inserito il numero di partita IVA – o il suo equivalente estero – del cliente in fattura. Va comunque inserito, anche se si tratta di un’azienda extra-UE o può essere omesso?

Il numero di Partita Iva non è un elemento che tutti gli Stati esteri rilasciano alle attività imprenditoriali o professionali.

Lei è tenuto a chiedere ai suoi clienti tutti i dati previsti dalla nostra normativa per l’emissione della fattura, quindi ragione sociale o nome e cognome, sede legale, codice fiscale e partita Iva. Se il cliente non le fornisce i dati perché non li ha, non ci sono problemi, lei emette la fattura con le informazioni che le sono state comunicate.

Per la fattura che ha emesso al suo cliente Extra-Ue, se il cliente non le ha chiesto di correggere il documento, va bene così, non proceda a nessuna correzione della fattura già inviata.

Se lui accetta la fattura così come è stata compilata, non ci sono problemi, può essere che la Partita Iva, per la fiscalità vigente nel suo stato, non sia un elemento necessario ai fini della deducibilità del costo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Fai il primo passo

ARTICOLI SIMILI

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto