Domande e Risposte

Nel forfettario dovrò comprare la carta carburante per documentare i rifornimenti anticipati e fare in modo che non concorrano ai miei ricavi? 

Nel forfettario dovrò comprare una carta carburante per documentare i rifornimenti anticipati per il mio cliente e fare in modo che non concorrano alla formazione dei miei ricavi?

Le spese che lei effettua per conto della ditta non concorreranno alla formazione dei ricavi solamente nel caso in cui siano direttamente riconducibili alla ditta per la quale sono state effettuate e che procederà al rimborso.

Ad esempio, se lei per recarsi a svolgere un lavoro per la ditta A sostiene € 100 di spese di benzina e si fa emettere la fattura a suo nome oppure solo lo scontrino, tali spese non risulteranno riconducibili alla ditta A e, quindi, non rappresentano spese documentate e saranno soggette ad imposta e contributi.

Se, invece, lei fa emettere dal benzinaio la fattura nei confronti della ditta A e paga lei l’importo, potrà successivamente emettere a sua volta una fattura nei confronti della ditta A indicando di avere anticipato le spese per la benzina e la fattura emessa dal benzinaio nei confronti della ditta A è il documento che attesta l’anticipo conto cliente. In questo caso, l’importo della fattura emesso ad A non concorre alla formazione dei ricavi e non è soggetto ad imposta e contributi.

Pertanto, anche se acquisterà una carta carburante, questa deve essere intestata al cliente oppure intestata a lei ma con fattura sempre riferita alla ditta A.

Approfondisci qui:
Regime forfettario, quali spese sono deducibili?

Calcola gratis le tasse da pagare e richiedi assistenza fiscale​

Inizia Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI