Partita Iva e maternità

Il diritto alla maternità non spetta solamente alle dipendenti con contratto di lavoro subordinato, ma avrai diritto alla maternità anche qualora tu sia in possesso di Partita Iva.

Quindi, avrai diritto alla maternità anche nel caso in cui tu svolga attività con Partita Iva.

In questo articolo andremo ad analizzare i casi in cui ti spetterà il diritto alla maternità e come poterla richiedere nel caso in cui tu sia in possesso di una Partita Iva.

Partita Iva in Regime forfettario e indennità di maternità

Le regole riguardanti l’indennità di maternità che andremo ad analizzare in questo articolo riguardano la totalità delle Partita Iva, quindi avrai diritto alla maternità anche se svolgi attività professionale con Partita Iva usufruendo del Regime forfettario.

Commercialista online

Se si possiede Partita Iva a chi spetta la maternità

Per poter avere diritto alla maternità, dovrai necessariamente essere in regola con il pagamento dei contributi (anche quelli riguardanti il periodo di maternità), ed essere iscritta alla gestione dell’Inps riguardante l’attività che svolgi professionalmente.

Infine, per poter aver diritto alla maternità, dovrai necessariamente svolgere con la tua Partita Iva una delle seguenti attività:

  • Artigiana;
  • Commerciante;
  • Coltivatrice diretta;
  • Colona;
  • Mezzadra;
  • Imprenditrice agricola professionale;
  • Pescatrice autonoma della piccola pesca.

Avrai diritto a ricevere tale indennità di maternità per la durata di 5 mesi (due mesi antecedenti al parto e per i tre mesi successivi), proprio come una qualsiasi lavoratrice dipendente.

Un’importante differenza che caratterizza solamente la maternità per chi possiede Partita Iva, è rappresentata dal fatto che se lo ritieni opportuno, potrai continuare a svolgere la tua attività professionale anche durante il periodo di maternità.

NB: il diritto alla maternità ti verrà riconosciuto anche nel caso di adozioni o affidamenti.

Con Partita Iva a quanto ammonta l’indennità di maternità

L’ammontare dell’indennità di maternità per chi possiede una Partita Iva consiste nel versamento di cinque mensilità retribuite all’80% del reddito professionale dichiarato nel secondo anno precedente a quello in cui viene presentata la domanda di indennità.

Inoltre, nei primi tre anni di vita del bambino, la donna lavoratrice ha diritto ad un congedo parentale di sei mesi, durante i quali può percepire un’indennità pari al 30% della retribuzione.

Commercialista online

Se si possiede Partita Iva come fare domanda per la maternità

La domanda per l’indennità di maternità per le lavoratrici con Partita Iva si presenta in via telematica tramite il servizio dedicato dell’Inps. Tale indennità può essere richiesta anche se l’iscrizione alla propria gestione è avvenuta successivamente alla data di inizio del periodo di maternità.

Se l’iscrizione alla gestione di riferimento per la tua attività è richiesta entro i termini di legge (30 giorni dall’inizio dell’attività per artigiani e commercianti e 90 giorni dall’inizio dell’attività negli altri casi) e l’attività è iniziata prima dell’inizio del periodo di maternità, l’indennità di maternità ti sarà garantita per l’intero periodo di maternità.

Nel caso in cui, invece, l’attività lavorativa con Partita Iva sia iniziata in un periodo successivo all’inizio del periodo di maternità, l’indennità ti spetterà solamente per il periodo successivo all’inizio dell’attività.

Se desideri maggiori informazioni riguardanti il funzionamento del Regime forfettario, i nostri esperti risponderanno ai tuoi quesiti.

Quanto è stato utile questo articolo? Vota. 

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Principali risposte a domande frequenti sul Regime forfettario:

Guida Regime forfettario

Il Regime forfettario

Commercialista online

Costo commercialista libero professionista

Prestazioni occasionali con Partita Iva

Partita Iva disoccupati