Legge di Bilancio 2020 Regime Forfettario

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Regime Forfettario Legge di Bilancio 2020

Quella che è stata approvata lunedì 23 dicembre è la versione definitiva della Legge di Bilancio 2020.

Quali sono quindi i cambiamenti apportati alla disciplina del Regime Forfettario 2020?

Modifiche al Forfettario 2020

Andiamo ora ad analizzare le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2020.

Spese per personale

Si reintroduce e si alza il limite delle spese sostenute per il personale e/o collaboratori per accedere al Forfettario, limite che era stato abolito con la disciplina del 2019.

Pertanto, si potrà applicare tale Regime fiscale se l’anno precedente si sono sostenute spese per dipendenti o collaboratori per un importo inferiore ai 20.000 euro lordi.

Come afferma la circolare 10/E del 4 aprile del 2016 dell’Agenzia delle Entrate, rientrano in tali spese quelle:

“per lavoro accessorio (articolo 70 D.lgs. n. 276 del 2003), lavoro dipendente e per compensi erogati ai collaboratori (articolo 50, comma 1, lettere c) e c-bis) del DPR 22 dicembre 1986, n. 917 – di seguito TUIR), anche assunti per l’esecuzione di specifici progetti, a norma dell’articolo 61 del D.lgs. n. 276 del 2003.”

Redditi da lavoro dipendente o pensione

Si potrà adottare il Regime Forfettario se nell’anno precedente si sono percepiti redditi da lavoro dipendente (o assimilati, quindi redditi da pensione) inferiori ai 30.000 euro all’anno.

Tale limite è irrilevante se il rapporto di lavoro è cessato.

Determinazione di deduzioni e detrazioni

Con la Legge di Bilancio 2020 si stabilisce che per determinare le deduzioni, le spettanze e i benefici di qualsiasi natura (carichi familiari, ecc.) su eventuali altri redditi (non su quello forfettario), si deve tenere in considerazione anche il reddito percepito e assoggettato al Regime Forfettario.

Agevolazione nell’uso della fattura elettronica

Nonostante sia confermato l’esonero dall’obbligo di emettere fattura elettronica per i contribuenti forfettari, viene introdotto un sistema premiale per coloro che sceglieranno di utilizzarla.

Se si opterà per l’emissione di sole fatture elettroniche, il termine di decadenza per la notifica degli avvisi di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate si riduce di 1 anno (quindi a 4 anni al posto dei 5 previsti).

Quando entrerà in vigore la Legge di Bilancio 2020

Fermo restando il rispetto di tutti gli altri limiti di accesso, si potrà applicare il Regime Forfettario solo rispettando anche le nuove condizioni che verranno introdotte.

Da quando però le nuove condizioni saranno in vigore?

Le nuove modifiche entreranno in vigore dal 1° gennaio 2020 insieme alla Legge di Bilancio.

E’ possibile che venga previsto un “anno cuscinetto” a disposizione per rimuovere le possibili cause ostative all’applicazione del Forfettario, ma ad oggi non si sa ancora se questo avverrà.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 3,67 out of 5)
Loading...

Ti può interessare anche:

Ti è stato utile questo articolo? Dillo in giro!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Avatar

    Per coloro che erano già in regime forfettario nel 2019 ed hanno rispettato il tetto dei 65.000€ ed avevano pure il reddito da pensione (superiore ai 30.000€) vale lo stesso la regola per il 2020 di non poter continuare con il regime forfettario? Leggendo il Decreto legge sembra che le regole valgano solo per le nuove Partite IVA e non per quelle che già utilizzavano il forfettario. Sbaglio?
    Grazie

    1. Elisa di FlexTax

      Buongiorno Silvano,

      I nuovi limiti introdotti dalla Legge di Bilancio 2020 valgono anche per coloro che hanno già una Partita Iva attiva.

      Pertanto, se lei percepisce redditi da pensione superiori ai 30.000 euro, non potrà più applicare il Regime Forfettario.
      Non si sa ancora se l’anno da prendere in considerazione per valutare la causa di esclusione sarà il 2019 o il 2020.

      Nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate chiarirà che per verificare il limite sia da prendere in considerazione l’anno 2019, percependo lei una pensione maggiore di 30.000 euro, già nel 2020 non potrà applicare il Forfettario.

      Speriamo di averla aiutata,
      La ringraziamo per averci contattato e le auguriamo buona giornata.

Lascia un commento

flexsupport_white

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Chiudi il menu
×

Carrello

flexsupport_white
flextools_white

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Gestione contabile

Consulente dedicato, adempimenti contabili e fiscali.

Apertura Partita Iva

Apertura Partita Iva, consulente dedicato, adempimenti fiscali e contabili.

Consulente Fiscale

Hai domande sul Regime Forfettario e Semplificato? I nostri consulenti rispondono

Calcolo Tasse

Per sapere in anticipo quante tasse dovrai pagare, usa il nostro simulatore per il Regime Forfettario.

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.