Imposta di bollo su fattura elettronica: cosa devi sapere

Fatturazione elettronica

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Fattura elettronica: per quali fatture va assolta l’imposta di bollo

Se adotti il regime Forfettario per la tua partita Iva ed emetti fatture elettroniche, per tutti gli importi superiori ai 77,47 euro dovrai assolvere l’imposta di bollo, ovvero inserire una marca da bollo di 2 euro, in quanto non applichi l’Iva.

Emettendo fatture elettroniche, anche la marca da bollo dovrà essere virtuale: questo vuol dire che non potrai andare in tabaccheria ad acquistare la tua marca da bollo cartacea.

Come si fa quindi a pagare l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse e quali scadenze dovrai rispettare? Vediamolo subito nel paragrafo successivo.

Come pagare l’imposta di bollo su fattura elettronica

Non andando fisicamente ad acquistare la marca da bollo cartacea, come si pagano le imposte di bollo sulle fatture elettroniche emesse, dovendole assolvere virtualmente?

Emettendo fatture elettroniche ed indicando tramite il gestionale utilizzato per l’invio al Sistema di Interscambio di assolvere l’imposta di bollo virtualmente (se la fattura supera i 77,47 euro), sarà direttamente l’Agenzia delle Entrate che ti fornirà l’F24 con la somma dei bolli virtuali emessi in precedenza.

Pertanto, accedendo alla tua area riservata del suddetto sito, troverai l’F24 con la somma dei bolli virtuali indicati in precedenza da pagare.

Vediamo ora a quali scadenze si dovrà pagare l’imposta di bollo virtuale tramite F24 predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

Scadenze da rispettare per il pagamento dell’imposta di bollo

Dal 1° gennaio 2021 sono in vigore nuove scadenze per il versamento dell’imposta di bollo virtuale sulle fatture elettroniche.

Come regola generale, l’imposta di bollo virtuale va assolta entro l’ultimo giorno del 2° mese successivo al trimestre, però ci sono delle eccezioni da considerare.

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Le scadenze che dovrai rispettare sono le seguenti:

  • Bolli del 1° Trimestre (fatture emesse dal 1° gennaio al 31 marzo): Da versare entro il 31 maggio*
  • Bolli del 2° Trimestre (fatture emesse dal 1° aprile al 30 giugno): Da versare entro il 30 Settembre*
  • Bolli del 3° Trimestre (fatture emesse dal 1° luglio al 30 settembre): Da versare entro il 30 novembre
  • Bolli del 4° Trimestre (fatture emesse dal 1° ottobre al 31 dicembre): Da versare entro il 28 Febbraio dell’anno successivo

*Importante: se il totale da versare nel 1° Trimestre non raggiunge i 250 Euro, questo importo può essere pagato entro il 30 di settembre.

Nel caso il totale dei bolli relativi al 1° e 2° semestre non raggiunga i 250 euro, il pagamento di questi può essere effettuato entro il 30 di novembre.

Nel momento in cui si riceve l’F24 dall’Agenzia delle Entrate con la somma dei bolli virtuali emessi, prima di effettuare il pagamento ti suggeriamo di controllare che il totale da te dovuto sia il linea con il numero dei bolli virtuali da te emessi.

Se ti fossi dimenticato di inserire l’imposta di bollo virtuale per una fattura emessa di importo superiore ai 77,47, in fase di pagamento dell’F24 ti suggeriamo di aggiungere i 2 euro mancanti.

Crea il tuo account gratuito su FlexSuite e richiedi assistenza fiscale alla nostra assistenza: siamo qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *