Il codice ATECO 85.59.90 (altri servizi d’istruzione) può essere in linea con la mia attività di laboratori didattici?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Il codice ATECO 85.59.90 (altri servizi d’istruzione) può essere in linea con la mia attività di laboratori didattici legati agli strumenti digitali e informatici (laboratori che vorrei ampliare anche ad altre fasce d’età).

Posso usare il codice Ateco 85.59.90 per fare laboratori didattici? Prima di rispondere alla sua domanda, le ricordiamo che dovrà innanzitutto scegliere quale Regime fiscale scegliere per la sua Partita Iva.

Se vorrà adottare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, dovrà controllare per prima cosa di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui:

Limiti Regime Forfettario.

Da quanto descritto, lei insegna materie digitali ai ragazzi delle medie e per tale attività le suggeriamo l’adozione del seguente Codice Ateco:

  • 85.59.20 – Corsi di formazione e corsi di aggiornamento professionale

che include:

– corsi di formazione in informatica
– corsi di formazione per chef, albergatori e ristoratori
– corsi di formazione per estetiste e parrucchieri
– corsi di formazione per riparazione di computer
– corsi di primo soccorso, antincendio, rls, rspp

Il coefficiente di redditività associato a tale Codice è del 78%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi da versare.

Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

L’imposta sostitutiva è del 15%, con la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se ne rispetta le condizioni:

Regime forfettario imposta sostitutiva 5 %

Le indichiamo che l’aver svolto l’attività tramite ricevute di prestazione occasionale non è causa ostativa all’applicazione dell’imposta al 5% per i primi 5 anni di attività.

Dovrà iscriversi come Professionista a versare i contributi alla Gestione Separata Inps per il 26,07% del suo reddito (ricavi x coefficiente del 78%).

Nel momento in cui andrà a svolgere anche l’attività di grafica, dovrà adottare uno dei seguenti Codici Ateco:

  • 74.10.21 – Attività dei disegnatori grafici di pagine web

che include:

– grafica di pagine web

  • 74.10.29 – Altre attività dei disegnatori grafici

che include:

– grafica pubblicitaria, illustratore

 

Il coefficiente di redditività associato a tali Codici è anch’esso del 78%.

Se lei offrirà unicamente consulenze, potrà anche in questo caos inquadrarsi come libera Professionista in Gestione Separata.

Al contrario, se creerà direttamente lei le grafiche per conto dei suoi clienti, dovrà qualificarsi come Artigiana ed iscriversi in Camera di Commercio.

In questo caso, dovrà versare i contributi alla Gestione Artigiani Inps, secondo questo schema di reddito (ricavi x coefficiente del 78%):

  • per il reddito compreso tra 0 e 18.415 euro: verserà contributi fissi di circa 4.427,04 euro;
  • per il reddito superiore ai 18.415 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà per il 24%.

Essendo iscritti alla Gestione Artigiani Inps e applicando il Forfettario, potrà inoltre richiedere la riduzione del 35% dei contributi da versare.

Per tutti gli approfondimenti:
Regime forfettario riduzione contributi Artigiani e Commercianti.

Le indichiamo infine che se si iscriverà in Camera di Commercio, entrambe le attività (docenza e grafica) saranno qui ricondotte: in questo modo non sarà soggetta ad una doppia contribuzione e sfrutterà meglio i contributi fissi da versare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo