I Regimi fiscali in Italia

I Regimi fiscali in Italia

Quali sono i Regimi fiscali in Italia?

In Italia sono presenti differenti Regimi fiscali, ai quali si può aderire in base alle caratteristiche delle attività economiche dei contribuenti.

Essere soggetti a un determinato Regime fiscale o a un altro, comporta dover adempiere a differenti obblighi.

In Italia attualmente oltre al Regime fiscale ordinario esistono 4 diversi Regimi fiscali: Regime dei minimi, Regime forfettario, Contabilità semplificata e contabilità ordinaria.

Regimi fiscali in Italia: caratteristiche

Di seguito elencheremo le caratteristiche principali di ogni Regime fiscale presente in Italia:

  1. Regime dei minimi (rimane attivo solo per coloro che ne erano soggetti precedentemente al 2016, anno in cui è stato eliminato).

Coloro che sono soggetti al Regime dei minimi hanno diritto a molti vantaggi, i principali sono: un’imposta ridotta al 5% che comprende tutte le tradizionali tassazioni, tra cui Irpef, addizionali e studi di settore.


  1. Regime forfettario

In pratica il Regime forfettario ha sostituito il Regime dei minimi, infatti i contribuenti che vi aderiscono godono di molti vantaggi sia contabili che fiscali.

Molte sono le semplificazioni per i soggetti forfettari, ma allo stesso tempo sono anche molti i requisiti che si devono possedere per accedervi.

Riassumendo, il Regime forfettario permette di pagare il 15% di imposta (ridotta al 5% per i primi 5 anni se l’attività svolta possiede i requisiti richiesti) sul reddito al netto delle spese forfettarie, se si rispettano specifici requisiti quali una soglia massima per i ricavi generati, limite di spese per lavoro dipendente e limite di redditi da pensione o lavoro dipendente.

Approfondisci qui come funziona il Regime forfettario.

  1. Regime della Contabilità semplificata

Il Regime fiscale della contabilità semplificata è rivolto alle imprese individuali e alle società di persone che non abbiano conseguito ricavi derivanti dalla prestazione di servizi maggiori a 400.000 euro e ricavi derivanti da altre attività maggiori a 700.000 euro.

Le imprese che aderiscono alla contabilità semplificata godono di molti vantaggi e semplificazioni contabili, tra cui l’esenzione dall’obbligo di redigere obbligatoriamente il bilancio annuale.

Le società soggette a contabilità semplificata determinano il reddito dell’impresa dalla differenza tra i ricavi e i costi rilevabili direttamente da un progetto generale della situazione economica.

Approfondisci obblighi e vantaggi della contabilità semplificata qui.

  1. Regime della contabilità ordinaria

I contribuenti che aderiscono alla contabilità ordinaria, devono adempiere a tutti gli obblighi previsti dal Codice Civile come la redazione annuale del Bilancio d’esercizio.

Il Bilancio è il documento più importante in quanto descrive la situazione economica e patrimoniale dell’impresa.

Scopri di più sulla contabilità ordinaria.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Anna di FlexTax

Anna di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Questo articolo ha un commento

  1. Avatar
    Mafalda

    PRATICO ED UTILE. GRAZIE

Lascia un commento

Diventa Socio
Investi in FlexTax

50% di credito di imposta

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva