Guida fattura elettronica su Fisconline

Guida fattura elettronica su Fisconline

I contribuenti in Regime Forfettario sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica e quindi possono emettere le fatture nella tradizionale modalità cartacea, a esclusione di coloro che emettono fatture nei confronti della Pubblica Amministrazione.

L’Agenzia delle Entrate, attraverso l’area riservata di Fisconline, permette di emettere le fatture elettroniche in modo gratuito.

Questa guida ha l’obiettivo di fornirti le istruzioni e i passaggi necessari per la corretta emissione di una fattura su Fisconline.

Segui i seguenti passaggi per emettere la tua prima fattura su Fisconline!

La Guida

  1. Entra nella sezione “Area riservata” dell’Agenzia delle Entrate:

area riservata

Accedi a Fisconline scegliendo una delle tre modalità seguenti:

Ricevi assistenza
fiscale Gratuita
Attiva gratis il tuo account
Consulenza fiscale, fatture e simulatori di imposte

Riceverai una password provvisoria via Sms

  • Con identità digitale
  • Con le credenziali dell’Agenzia delle Entrate
  • Con la Smart Card

Se non possiedi né l’identità Digitale, né la Smart Card e non hai ancora provveduto a richiedere il Codice PIN per accedere a Fisconline, ti consigliamo di procedere il prima possibile.

Consulta nell’Area Riservata su FlexSuite nella sezione “Guide Utili”, la “Guida registrazione Fisconline”, che ti aiuterà a richiedere il PIN per l’accesso a Fisconline. Affrettati perché ci vorrà un po’ prima che tu lo riceva!

  1. Una volta nella tua area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate, alla voce “Servizi più richiesti” dovrai accedere a “fatturazione elettronica”.

servizi per

3. Effettuare a destra l’accesso alla sezione “Fatture e corrispettivi

fatture e corrispettivi

4. Dal menu principale di Fatture e corrispettivi, seleziona “Fatturazione elettronica e Conservazione”

fatturazione elettronica e conservazione

  1. Nella sezione per la generazione, seleziona la tipologia di fattura che vuoi emettere
  2. Nel nostro esempio ipotizziamo di dover emettere una fattura ordinaria al nostro committente.

fattura ordinaria

7. Nella pagina di compilazione della fattura hai a disposizione una barra che ti permette di visualizzare i passaggi necessari alla compilazione:

barra compilazione

8. I passaggi da compiere sono quindi i seguenti:

9. Inserire i tuoi dati

10.Inserire i dati del cliente

11. Inserire i dati della fattura

12. Verificare i dati

13. Durante la compilazione, clicca sul menù a destra “Altri dati” quando vuoi inserire dati aggiuntivi e specifici sulla tua fattura.

NB: Fino al 12° Passaggio, dove avviene la verifica dei dati, la fattura non viene registrata all’Agenzia delle Entrate. Puoi quindi continuare a modificarla senza paura di inviarla!

Compilazione fattura elettronica

In questa sezione devi inserire i dati della tua Partita Iva.

Una volta fatto, potrai salvare e procedere selezionando “Vai a Cliente”.

dati fattura elettronica

Dati Cliente

In questa sezione inserisci i dati del Cliente: se non possiedi il Codice Destinatario, ma solo la PEC del cliente, inserisci come Codice Destinatario la cifra “0000000” (sette zeri). Così facendo il cliente riceverà la tua fattura solo via PEC.

Se devi inserire dati aggiuntivi sul tuo cliente, consulta il menù “Altri dati” sulla destra, qui puoi inserire indicazioni specifiche sul tuo cliente. Seleziona quindi la voce di tuo interesse e compila tutti i relativi campi obbligatori.

NB: Se inserisci solo il valore “0000000” nel campo “Codice Destinatario” della fattura, il Sistema di Interscambio (SdI) non riuscirà a consegnare la fattura elettronica al cliente, ma la metterà a disposizione di quest’ultimo e ti trasmetterà una “ricevuta di impossibilità di consegna”.

In questo caso, nell’area di consultazione riservata, la fattura sarà “contrassegnata” da un simbolo rosso di alert. È importante che il fornitore consegni al cliente una copia, anche su carta, ricordandogli che la fattura originale è quella elettronica e che potrà consultarla e scaricarla dalla sua area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate.

NB: I dati aggiuntivi non sono obbligatori, puoi procedere ugualmente in modo corretto inserendo solo i dati cliente basilari in “identificativi fiscali”.

Una volta inseriti e controllati tutti i dati, clicca su “Salva cliente” e procedi con “Vai a Dati della fattura”, in basso a destra.

dati fattura cliente

Adesso è il momento di inserire i dati numerici della tua fattura, ovvero:

  • Tipo Documento: Fattura;
  • Regime Fiscale valido per la fattura che si sta generando: Regime forfetario (Art.1, c.54-89, L. 190/2014);
  • Numero del Documento: dipende dal punto della numerazione in cui ti trovi;
  • Data del documento: data di emissione fattura;
  • Divisa: EUR (cambiare solo se diversa).

inserimento dati fattura

È il momento di aggiungere i dettagli dei beni ceduti e/o dei servizi prestati, clicca su “Aggiungi”.

aggiunta bene fattura

Inserisci i dettagli dei servizi prestati/beni per i quali stai emettendo fattura, indicando:

  • Quantità
  • Prezzo unitario
  • Aliquota IVA: 0%
  • Natura: Non soggette – altri casi
  • Prezzo totale

Ripeti questa procedura per ogni nuova voce che vuoi inserire nella tua fattura.

aggiunta beni in fattura

Per aggiungere informazioni aggiuntive utilizza il Menu “Altri dati” presente sulla destra dello schermo.

Se la fattura è superiore ai 77,47 euro, dovremo applicare la marca da bollo di 2 euro.

marca da bollo in fattura

NB: Nelle fatture elettroniche si applica la marca da bollo virtuale che dovrà essere versata con F24 alle scadenze prestabilite.

Inseriamo ora il bollo virtuale, come nella seguente immagine:

marca da bollo

A questo punto, procedi aggiungendo alla tua fattura tutti i campi necessari, per esempio i “Dati della Cassa Previdenziale o i “Dati di pagamento”.

Puoi personalizzare la fattura in base alle tue necessità, inserendo nuovi blocchi (dal menù laterale “Altri Dati”) di cui ha bisogno.

Se volessimo inserire la Rivalsa Previdenziale della Gestione Separata Inps, dovremmo procedere come nella seguente figura:

rivalsa Inps in fattura

Aggiunte tutte le voci della fattura, procedi con l’ultimo step per la Verifica Dati.

Hai a disposizione, in un’unica pagina, il riassunto di tutti i dati inseriti in fattura, così da poterli controllare, eventualmente modificare e confermare in via definitiva.

Una volta cliccato sul pulsante “Conferma”, avrai confermato i dati, verrà disabilitata la modifica, ma la tua fattura non sarà ancora inviata! Per inviarla dovrai selezionare “Invia”.

invio fattura elettronica

Una volta cliccato sul tasto “Invia”, può sembrare che non sia accaduto nulla, ma in realtà la tua fattura è in elaborazione e non devi inviarla un’altra volta, bensì controllare nelle ricevute delle fatture emesse, il corretto invio all’Agenzia delle Entrate.

Per controllare lo stato della tua fattura, effettua i seguenti passaggi:

  • Nella pagina principale di Fatture e Corrispettivi seleziona, all’interno della sezione Consultazione, “Monitoraggio delle ricevute dei file trasmessi”.
  • Successivamente seleziona “Fatture Emesse”.

controllo fattura elettronica

monitoraggio fattura elettronica

 

A questo punto potrai cercare le ricevute delle fatture emesse attraverso Fisconline semplicemente cliccando su “Cerca”. Non è necessario inserire parametri per la ricerca.

ricerca fatture emesse

Lanciata la ricerca ti comparirà la lista delle fatture emesse.

Elenco fatture

Lo stato della fattura potrà essere:

  • Da inoltrare, soggetta ai primi controlli preventivi;
  • Inoltrata, il Sistema di Interscambio ha inoltrato la tua fattura;
  • Accettata (entro 15 giorni), superamento controllo di regolarità formale della fattura, ovvero correttezza dati fattura (importo, Iva, ecc.);
  • Rifiutata (entro 15 Giorni), non superamento del controllo formale, a livello fiscale la fattura è considerata come mai emessa, potrà essere riemessa fattura con lo stesso numero;
  • In decorrenza dei termini, accettazione/ rifiuto devono avvenire entro 15 giorni, allo scadere di tale termine non avviene né rifiuto né accettazione, SDI comunica la “decorrenza termini” e ritiene la fattura accettata.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Elisa di FlexTax

Elisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Ogni giorno professionisti e aziende di tutta Italia usano i servizi e gli strumenti gratuiti di FlexTax
Crea il tuo
Account Gratuito

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva