Reverse charge

Il Reverse charge, ovvero l’inversione contabile, è la dicitura che devi apporre nelle fatture che come contribuente forfettario emetti verso clienti per i quali presti servizi appartenenti all’Unione Europea.

Attraverso il meccanismo del reverse charge, il cedente/prestatore emette la fattura non indicando l’IVA in quanto operazione soggetta a reverse charge. Il cessionario/committente, soggetto passivo IVA, procede all’integrazione della fattura ricevuta in reverse charge riportando la corretta aliquota IVA.

Se si ricevono fatture con Iva in reverse charge, queste devono  essere integrate con l’aliquota Iva presente in Italia, entro il 16 del mese successivo alla ricezione della fattura, compilando l’apposito F24 ed inserendo il Codice Tributo 6493.

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva