Flat Tax unico committente - Causa di esclusione? - Flextax.it

Flat Tax unico committente

Flat Tax unico committente

Se apro Partita Iva per collaborare con un unico committente (datore di lavoro) posso accedere alla Flat Tax?

Con Flat Tax intendiamo il Regime forfettario, che dal 2019 si rivolge a tutte le Partite Iva che abbiano conseguito ricavi nell’anno precedente non superiori a 65.000 euro.

Se intendi aprire la Partita Iva per poi collaborare con un unico soggetto, per l’accesso al Regime forfettario dovrai fare attenzione a due aspetti:

  • La causa di esclusione relativa all’attuale o ex datore di lavoro dipendente;
  • Le false Partite Iva.

Analizziamoli in questo articolo, così da essere sicuri di non incorrere in sanzioni e di poter accedere al Regime forfettario anche con un unico committente.

Flat Tax unico committente: la causa di esclusione

Proprio per evitare artificiose trasformazioni di attività di lavoro dipendente in attività di lavoro autonomo, la Legge ha stabilito la causa di esclusione relativa al datore di lavoro dipendente.

Tale causa di esclusione afferma che sono esclusi dal Regime forfettario:

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

  • i soggetti che esercitano le attività con Partita Iva prevalentemente nei confronti del datore di lavoro con il quale sono in corso rapporti di lavoro dipendente o erano intercorsi nei due anni precedenti, ad esclusione dei soggetti che iniziano una nuova attività dopo aver svolto il periodo di pratica obbligatorio ai fini dell’esercizio di arti o professioni.

Quindi se hai un datore di lavoro dipendente o lo hai avuto nei due anni precedenti, e al termine dell’anno scopri di aver percepito ricavi per più del 50% nei suoi confronti, l’anno successivo sarai escluso dal Regime forfettario.

Se invece fatturi verso lo stesso unico soggetto, ma non è un tuo datore di lavoro dipendente o non lo è stato negli ultimi due anni, il problema non si pone e potrai adottare il Regime forfettario se rispetti tutte le altre condizioni.

Per approfondire l’argomento, guarda il nostro articolo dedicato: Limiti Flat Tax.

Flat Tax unico committente: false Partite Iva

Inoltre, se intendi aprire Partita Iva per fatturare ad un unico soggetto, dovrai fare attenzione alle condizioni da rispettare perché la tua attività non sia classificata come lavoro subordinato.

Si tratta delle Partite Iva fittizie, ossia di quelle Partite Iva che in realtà nascondono un’attività di lavoro dipendente con un unico committente e non un’attività di lavoro autonomo.

La Legge 92/2012 (cosiddetta Riforma Fornero) ha individuato tre condizioni che fanno presumere la presenza di una Partita Iva fittizia:

  • Durata: se si collabora con lo stesso unico committente per un periodo superiore agli 8 mesi all’anno per due anni consecutivi.
  • Fatturato: se il fatturato conseguito dal titolare di Partita Iva proveniente dallo stesso committente è maggiore dell’80% del fatturato annuo complessivo per due anni consecutivi.
  • Luogo: se il titolare di Partita Iva dispone di una postazione di lavoro presso una delle sedi del committente.

Se ricorrono almeno due di queste condizioni, si presume che la Partita Iva sia fittizia e che si tratti in realtà di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

In questo caso, inoltre, è prevista l’inversione dell’onere della prova, quindi è il committente a dover dimostrare che si tratta davvero di lavoro autonomo.

Altrimenti dovrà riqualificare il contratto di collaborazione e pagare importanti sanzioni.

ECCEZIONI

Sono invece considerate prestazioni di lavoro autonomo per loro stessa natura, quindi non opera la presunzione, nel caso di due specifiche ipotesi:

  • Competenze teoriche e reddito annuo non inferiore alla soglia, cioè quando:
    • La prestazione lavorativa è caratterizzata da competenze teoriche di grado elevato acquisite attraverso significativi percorsi formativi, o da capacità tecnico-pratiche acquisite attraverso rilevanti esperienze maturate nell’esercizio concreto di attività;
    • ed è svolta da un soggetto che dichiara un Reddito annuo da lavoro autonomo non inferiore a 1,25 volte il livello minimo imponibile ai fini del versamento dei contributi previdenziali di Artigiani e Commercianti (quindi per il 2019 pari a 15.878 x 1,25 = 19.847,5 euro).
  • Se la prestazione lavorativa è svolta nell’esercizio di attività professionali per le quali è richiesta l’iscrizione ad un albo professionale.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni riguardanti il Regime forfettario o la Flat Tax 2020, puoi richiedere assistenza ai nostri esperti.

Quanto è stato utile questo articolo? Vota. 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,50 out of 5)

Loading...

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,50 out of 5)
Loading...
Anna di FlexTax

Anna di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.