Flat tax 2023: aggiornamenti

Flat tax del 2023 in che cosa consisterà?

Vediamo la flat tax 2023 in cosa consisterà, quali sono i vantaggi e svantaggi di questa tassazione e quali sono le ipotesi di attuazione e tutti gli aggiornamenti in corso d’opera.

Cos’è la Flat Tax?

Con il termine Flat Tax si intende la ”tassa piatta” uguale per tutti indipendentemente dal reddito.

Ci sono diverse tipologie di flat tax e in fase di campagna elettorale i vari partiti presentano idee diverse di come dovrebbe essere strutturata.

La flat tax di base si compone di questi tre punti:

  • una sola aliquota
  • una base imponibile 
  • una soglia di esenzione per i redditi bassi

In tutte le varie ipotesi di sviluppo di questa manovra fiscale resta sempre importante prestare attenzione a quanto possa costare alle casse dello stato.

Attualmente in Italia è già presente una forma di flat tax che è rappresentata dal Regime Forfettario, ossia il regime fiscale agevolato per le partite Iva sotto i 65.000 euro di redditi annui. 

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

Con il regime forfettario il lavoratore autonomo presenta un’aliquota fissa del 15% (in alcuni casi 5%). Chiaramente per rientrare in questa tipologia contributiva sono previsti diversi requisiti, oltre alla soglia di reddito citata.

Attualmente il sistema fiscale presente in Italia è progressivo e basato sugli scaglioni IRPEF, quindi le tasse vengono pagate dai contribuenti sulla base della propria fascia di reddito.

La flat tax attualmente è già presente in diversi paesi, su alcuni ha avuto un ottimo successo, su altri meno ed è stata tolta.

Le ipotesi di flat tax proposte dai partiti in fase di campagna elettorale erano molteplici.

Flat tax 2023 secondo Forza Italia

Secondo Silvio Berlusconi la flat tax deve presentare un’aliquota del 23% per tutti,  lavoratori autonomi, dipendenti, famiglie, imprese.

Secondo l’ex presidente del consiglio questa tassazione può far aumentare del 30% le entrate dello Stato. Sicuramente rappresenterebbe un cambio notevole rispetto a quanto fatto dal governo Draghi. 

Dagli studi fatti però emerge che il costo della flat tax proposta da Forza Italia costerebbe allo Stato 30 miliardi l’anno, un aspetto da considerare nella valutazione della sua sostenibilità.

Inoltre la Costituzione prevede sempre il principio di progressività per cui probabilmente non tutti avranno l’aliquota citata e prevedibilmente i redditi più bassi verrebbero esentati per mantenere la costituzionalità della riforma.

Flat tax 2023 secondo la Lega

La Lega vorrebbe estendere l’aliquota del 15% prevista per i lavoratori autonomi in regime forfettario anche ai dipendenti e sono certi di poterci riuscire in 5 anni.

Tuttavia anche questa modalità renderebbe i costi ancora più elevati.

Infatti estendendo la tassa del 15% a tutti i redditi, i costi raggiungerebbero i 50 miliardi di euro l’anno.

L’idea è di fare questo passaggio in modo graduale dove il primo passo è stato quello di introdurre la flat tax per le partite Iva sotto un certo reddito.

Flat tax 2023 secondo Fratelli d’Italia

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia e vincitrice delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, presenta invece un’idea diversa sulla flat tax, dove questa tipologia di tassazione verrebbe applicata solo ai redditi incrementali, ossia all’ammontare di imponibile che supera quello dell’anno precedente. 

Per lo Stato è sicuramente la soluzione meno onerosa, in quanto riguarderebbe solo il reddito in più rispetto a quello dichiarato l’anno prima. 

Si parla poi di estendere la flat tax per le Partite Iva fino a 100 mila euro di fatturato

Con la vittoria elettorale di questi ultimi è probabile che ci rivolgeremo verso quest’ultima tipologia, sarà poi necessario vedere nel concreto come la si vorrà attuare, se resterà secondo le idee espresse in campagna elettorale e da quando partirà.

Chi si oppone alla Flat tax?

Il Partito democratico si professa oppositore di questa tipologia contributiva reputando che andrebbe ad aumentare le ingiustizie sociali.

Questo sulla base del fatto che, riducendo la progressività, si rischia di privilegiare chi ha molto e di togliere a chi ha poco.

Inoltre si sostiene che per finanziare una tale manovra diventerebbe necessario tagliare i fondi ai servizi pubblici come scuola e sanità.

I vantaggi 

Sulla base dei vari studi emerge che la flat tax potrebbe essere la strada per ridurre la pressione fiscale sia sulle imprese che sulle famiglie.

In questo modo si darebbe anche un forte aiuto alla lotta contro l’evasione.

Inoltre renderebbe più semplice il sistema fiscale cosa che potrebbe anche incentivare le aziende con maggiore liquidità a investire di più e soprattutto a farlo in Italia.

Gli svantaggi 

Tassare tutti allo stesso modo rischia di andare a ledere le persone con un reddito basso, ma non sufficientemente basso da essere esclusi dalla tassazione.

Risulterebbe un sistema non equo che andrebbe ad avvantaggiare chi ha già dei redditi alti e andrebbe a creare svantaggio a chi ha dei redditi più bassi. A differenza del sistema progressivo dove chi ha minori guadagni ha anche minori tasse e viceversa. 

Conclusioni 

L’impressione è che la definizione della flat tax sia ancora un cantiere aperto.

Per i lavoratori autonomi la strada sembra già spianata dal regime forfettario e l’aspetto cruciale che potrebbe mutare è la scelta di portare la soglia di reddito limite da 65.000 euro a 100.000 euro.

Mentre per tutte le altre tipologie di contribuenti la fattibilità e sostenibilità sembra ancora in alto mare

Sicuramente qualunque azione possibile verrà concretizzata più facilmente nel corso del 2023.

Vi teniamo aggiornati sui prossimi sviluppi.

Indipendentemente da cosa accadrà noi stiamo contribuendo a semplificare la vita per le Partite Iva sia con flat tax che senza, iscriviti gratis su FlexTax e scopri tutti i servizi a tua disposizione: assistenza fiscale, sistema smart di fatturazione cartacea ed elettronica, 100 fatture elettroniche gratis, simulazione tasse.

Attiva l’account gratuito Freemium per quanto tempo vuoi e senza abbonamenti o inserimento di carte di credito.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Chiara di FlexTax

Chiara di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.