Fatturazione elettronicaFatturazione elettronica per Giardiniere

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Fatturazione elettronica

In questo articolo ti spiegheremo come emettere correttamente una fattura elettronica come giardiniere.

A differenza degli anni passati in cui non c’era l’obbligo di fatturazione elettronica per i forfettari, dall’inizio del 2024 devi necessariamente emettere fattura elettronica, a prescindere dal regime fiscale che adotti.

Con FlexTax potrai inviare e ricevere fatture elettroniche in modo semplice e veloce.

A tua disposizione troverai infatti il modulo FlexInvoice, dedicato alla fatturazione elettronica.

La prima cosa da fare per poter emettere fattura è creare l’anagrafica del tuo cliente inserendo i dati necessari.

Per i titolari di Partita Iva residenti in Italia dovrai essere in possesso della seguente documentazione:

  • Partita Iva;
  • Codice fiscale;
  • indirizzo di residenza/sede dell’attività;
  • codice destinatario.

Invece, per i soggetti privati residenti in Italia, dovrai inserire nel campo “codice destinatario0000000 (ovvero 7 volte il numero zero).

Per i clienti residenti all’estero i dati invece sono diversi, infatti dovrai inserire:

    Guida Facile al Regime Forfettario

    Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

  • XXXXXXX (ovvero 7 volte la lettera X maiuscola) nel campo dedicato al codice destinatario;
  • OO99999999999 (ovvero due volte la lettera O maiuscola e undici volte il numero 9), se il cliente non ti fornisce il Codice fiscale o la Partita Iva.

Ti starai chiedendo cosa si intende per “codice destinatario”.

Anche detto codice univoco, il codice destinatario è composto da 7 cifre ed è un codice alfanumerico che identifica il destinatario della fattura elettronica e consente al Sistema di Interscambio di individuare a chi è destinata la fattura.

Il codice destinatario identifica quindi il gestionale di fatturazione elettronica sul quale deve essere recapitata la fattura elettronica e deve essere richiesto direttamente al cliente.

Più contribuenti possono avere lo stesso codice destinatario se aderiscono allo stesso servizio di fatturazione elettronica.

Ti spiegheremo ora le varie diciture da inserire in fase di compilazione della tua fattura elettronica.

Se l’importo inserito in fattura supera i 77,47€, dovrai applicare una marca da bollo, anch’essa elettronica, dal valore di 2€.

La natura del bollo elettronico da indicare in fattura dipende se questo viene addebitato o meno al cliente:

  • 0% N2.2: se decidi di addebitare il bollo al cliente, questo concorrerà ai tuoi ricavi (dunque alla base imponibile su cui pagherai le tasse)
  • 0% N.1 – Operazioni escluse art. 15 DPR 633/72: se non addebiti il bollo al cliente, questo non concorrerà alla formazione dei ricavi.

Per prestazioni verso Paesi extraeuropei dovrai emettere una fattura senza addebito Iva (indicando nella prestazione del servizio la natura 0% N2.1 non soggetto art.7 DPR 633/72) inserendo nelle note la dicitura “Operazione non soggetta ad Iva

Per prestazioni verso un Paese europeo dovrai:

  • iscriverti al Vies;
  • emettere la fattura senza Iva con la dicitura “Reverse charge “;
  • presentare il modello Intrastat qualora tu emetta fatture nei confronti di soggetti con sede in un altro Stato anch’essi iscritti al Vies.

Una volta compilata e salvata la fattura, dovrai trasmettere al Sistema di Interscambio che effettuerà tutti i controlli formali necessari, prima di inviarla al destinatario finale.

La fattura dovrà essere trasmessa allo SdI entro 12 giorni dalla data indicata nella stessa.

Con FlexTax abbiamo messo a disposizione il servizio dedicato alla fatturazione elettronica.

Il servizio è compreso per gli utenti Plus.

Anche gli utenti Freemium possono acquistare gestionale FlexInvoice, al costo di 18 euro per l’accesso annuale, rinnovabile a scadenza.

Accesso annuale Fatturazione Elettronica

Acquistando il suddetto servizio, avrai a disposizione 100 crediti che corrispondono a 100 fatture elettroniche tra attive e passive che non hanno scadenza, dunque vanno ad esaurimento.

Al loro termine potrai effettuare delle ricariche direttamente dalla nostra piattaforma.

Per qualsiasi approfondimento, la nostra Assistenza ti potrà aiutare. Potrai registrarti gratuitamente alla nostra piattaforma e utilizzare i 10 ticket gratuiti a disposizione per chiarire tutti i tuoi dubbi di natura fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo