Fatturazione elettronicaFatturazione elettronica per Disegnatori Tecnici

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Fatturazione elettronica

Sei un disegnatore tecnico e devi emettere fattura? In questo articolo ti spiegheremo come dovrai fare.

Dal 1° gennaio 2024 l’obbligo di fatturazione elettronica è esteso a tutti i titolari di Partita Iva. Pertanto, tale obbligo vale anche per i forfettari che adottano il Forfettario e fino al 31 dicembre 2023 ne sono stati esonerati. L’unica eccezione ancora presente riguarda alcune fatture emesse nel comparto medico.

Con la piattaforma gratuita FlexSuite, potrai emettere facilmente le tue fatture cartacee e elettroniche attraverso il modulo dedicato, ovvero FlexInvoice.

Per procedere alla creazione della fattura tramite FlexInvoice, per prima cosa dovrai creare l’anagrafica dei tuoi clienti, andando ad inserire i dati richiesti (nome e cognome/ragione sociale, indirizzo, Codice fiscale e/o Partita Iva, ecc.).

In seguito, potrai creare le tue fatture: con l’aiuto delle nostre videoguide con audio, non avrai difficoltà ad inserire correttamente i dati richiesti.

La tua fattura dovrà infatti riportare:

  • numero della fattura;
  • data;
  • descrizione della prestazione svolta;
  • prezzo;
  • ulteriori elementi a seconda del regime fiscale da te adottato (Forfettario o Ordinario semplificato).

Una volta terminata la compilazione, la fattura dovrà essere trasmessa al Sistema di Interscambio in un semplicissimo passaggio, direttamente da FlexInvoice.

Se adotti il Regime forfettario, la fattura deve riportare al fondo le 3 diciture normative obbligatorie, ovvero:

Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

  • Operazione effettuata ai sensi dell’articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge n. 190/2014 e successive modificazioni.
  • Si richiede la non applicazione della ritenuta alla fonte a titolo d’acconto ai sensi dell’articolo 1 comma 67 della Legge numero 190/2014 e successive modificazioni.
  • Imposta di bollo da 2 euro assolta sull’originale per importi maggiori di 77,47 euro.

Inoltre, se la fattura emessa secondo le regole del Forfettario supera l’importo di €77,47, dovrai applicare la marca da bollo elettronica di 2€ e non dovrai inserire l’Iva in fattura.

Potrai scegliere se addebitare il bollo elettronico al tuo cliente o no: se scegli di addebitare il bollo al cliente, l’importo concorrerà alla formazione dei ricavi (verrà dunque tassato) e la natura dell’iva dovrà essere pari a N2.2 non soggetto.

Se sceglierai, al contrario, di non addebitare il bollo al cliente, l’importo non concorrerà ai ricavi e la natura dell’Iva sarà pari a N.1.

Per sapere come pagare la marca da bollo elettronica da 2 euro ed entro quali scadenze, ti suggeriamo il nostro articolo dedicato:

Come pagare il bollo su fatture elettroniche

Se presti servizi verso Paesi appartenenti all’Unione Europea dovrai:

  • iscriverti al VIES;
  • emettere la fattura senza Iva e con la dicitura “Inversione contabile” o “Reverse charge “;
  • l’aliquota Iva alla riga del dettaglio della prestazione effettuata dovrà essere variata da 0% N2.2 Non soggette – altri casi a 0% N2.1 non soggetto art.7 DPR 633/72;
  • presentare il modello Intrastat (un documento che viene inviato all’Agenzia delle Dogane per la rilevazione dei dati statistici fiscali) qualora dovessi emettere fatture per vendita di beni o prestazioni di servizi nei confronti di soggetti con sede in un altro Stato dell’Unione Europea iscritti a loro volta al VIES.

Per prestazioni di servizi verso un Paese non appartenente all’Unione Europea, dovrai emettere una fattura inserendo la dicitura “Operazione non soggetta ad Iva”; l’aliquota Iva alla riga del dettaglio della prestazione effettuata dovrà essere variata da 0% N2.2 Non soggette – altri casi a 0% N2.1 non soggetto art.7 DPR 633/72.

Se invece adotti il Regime ordinario semplificato, nella fattura elettronica verso clienti italiani che creerai, dovrai necessariamente inserire in fattura l’Iva del 22%.

Se emetterai fattura elettronica con FlexInvoice nei confronti di un cliente estero, dovrai inserire nell’anagrafica cliente il codice destinatarioXXXXXXX” (7 volte X).

Inoltre, in questo caso, se presti servizi non dovrai emettere l’Iva ma una marca da bollo elettronica da 2 euro.

FlexInvoice è compreso per gli utenti Plus.Il gestionale di fatturazione di FlexTax è anche acquistabile dagli utenti Freemium, al costo di 18 euro per l’accesso annuale, rinnovabile alla scadenza.

Accesso annuale Fatturazione Elettronica

Riceverai in omaggio 100 crediti, che corrispondono a 100 fatture elettroniche tra attive e passive.

I crediti vanno ad esaurimento e al loro termine potrai effettuare delle ricariche direttamente dalla nostra piattaforma:

Crea gratuitamente il tuo account su FlexTax e contattaci tramite ticket o prenotando la tua chiamata per qualsiasi dubbio: noi siamo qui a tua disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo