Fatturazione elettronica per Avvocati

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Fatturazione elettronica per Avvocati

In questo articolo ti illustreremo le principali caratteristiche che gli avvocati devono osservare nel momento in cui compilano le fatture elettroniche per le loro prestazioni.

Innanzitutto ti ricordiamo che a partire dal 2024 sarà obbligatorio per tutti i titolari di Partita Iva trasmettere le fatture al Sistema di Interscambio.

Se stai cercando un gestionale per la fatturazione elettronica, devi sapere che FlexTax offre la possibilità di creare e trasmettere elettronicamente le tue fatture, attraverso FlexInvoice.

Potrai attivare il servizio di fatturazione elettronica al seguente link:

Attivazione Fatturazione Elettronica

L’attivazione del servizio ha un costo di 19 euro (Iva esclusa) una tantum: in questa fase ti saranno accreditate 100 fatture tra attive e passive.
Se hai affidato la gestione della Partita Iva a FlexTax, l’attivazione del servizio è gratuita.

Ti avviseremo nel momento in cui avrai raggiunto un numero di crediti inferiore a 30. In questo modo potrai ricaricarli per tempo direttamente dal nostro e-service, continuando ad emettere e ricevere fatture in base alle tue esigenze.

Se è il tuo primo approccio con la fatturazione elettronica, ti saranno di grande aiuto le guide e video-guide presenti sulla piattaforma.

Come prima cosa dovrai creare l’anagrafica dei tuoi clienti, inserendo i dati richiesti negli appositi spazi.

Per i clienti residenti in Italia, dovrai indicare necessariamente:

    Calcola gratis le tasse da pagare e richiedi assistenza fiscale​

    Inizia Gratis
  • Partita Iva e Codice Fiscale;
  • codice destinatario o PEC: sono dati da richiedere al proprio cliente. Almeno uno dei due campi dovrà essere compilato;
  • Se il tuo cliente è un privato dovrai compilare il campo “Codice Destinatario” inserendo “0000000” (7 volte zero).

Per l’anagrafica dei clienti residenti all’estero dovrai:

  • inserire il codice destinatarioXXXXXXX” (sette volte la lettera X maiuscola);
  • se il cliente non ti fornisce il numero di Partita Iva o il codice fiscale, dovrai compilare i campi inserendo “OO99999999999” (due volte la lettera O maiuscola e undici volte 9).

Successivamente potrai procedere con la compilazione della fattura stessa.
Se adotti il regime Forfettario non dovrai applicare l’Iva ma dovrai inserire il bollo elettronico del valore di 2 euro per fatture di importo superiore a 77,47 euro.
Potrai scegliere se addebitare o meno il bollo al tuo cliente.

Se scegli di addebitare il bollo al cliente, l’importo di questo concorre alla formazione dei tuoi ricavi (e dunque verranno tassati) e la natura dell’Iva dovrà corrispondere alla natura dell’Iva della prestazione svolta.

In caso contrario, se scegli di non addebitare il bollo al cliente, l’importo non concorre alla formazione dei tuoi ricavi e la natura dell’Iva sarà pari a N.1.
Inoltre, potrai applicare la rivalsa del 4% per il contributo integrativo della Cassa Forense, inserendola nell’apposito campo dedicato.

Quando avrai completato la compilazione dei campi indicati, potrai procedere con il salvataggio della fattura appena creata.
Se deciderai di utilizzare FlexInvoice per la fatturazione, per trasmettere elettronicamente la fattura appena creata dovrai cliccare sul tasto “Azioni” -> “Invia documento a SdI”.

Ora sarà il Sistema di Interscambio che verificherà la correttezza del documento.
Successivamente, in FlexInvoice sezione “Gestione vendite – Lista fatture”, nella colonna “SdI” comparirà l’icona di un piccolo tempio il cui colore determina lo stato della fattura inviata al Sistema di Interscambio:

  • se l’icona sarà grigia significa che la fattura è stata Inviata allo SdI ed è in attesa di essere verificata per poi essere inviata al destinatario;
  • se sarà verde significa che la fattura è stata verificata ed accettata dal Sistema di Interscambio dunque inviata al destinatario: se desideri inviare la fattura anche in Pdf al suo cliente, potrai farlo cliccando sul tasto “Azioni” successivamente “Invia mail con pdf a cliente”;
  • se sarà rossa significa che la fattura è stata rifiutata dal Sistema di Interscambio a causa di qualche errore. Cliccando sull’icona del tempio rosso, ti si aprirà un pop-up con all’interno scritto il codice dell’errore in modo tale che tu possa correggerla ed inviarla nuovamente al Sistema di Interscambio.

Per le prestazioni di servizi che hai svolto verso soggetti residenti in un Paese non appartenente all’Unione Europea, dovrai emettere la fattura senza applicare l’Iva e dovrai inserire nelle note la dicitura “Operazione non soggetta ad Iva”.

Se effettui invece operazioni verso clienti residenti in un Paese appartenente all’Unione Europea dovrai:

  • iscriverti al VIES;
  • inserire nelle note la dicitura “Reverse Charge“;
  • non applicare l’Iva in fattura;
  • se anche il tuo cliente è iscritto al VIES e svolgi prestazioni di servizi (o vendi beni), dovrai presentare il Modello Intrastat all’Agenzia delle Dogane.

Per qualsiasi ulteriore dubbio non esitare a contattare la nostra assistenza tecnica, saremo lieti di poterti aiutare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI