Fatturazione elettronicaFatturazione Elettronica per Agronomo

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Fatturazione elettronica

Se hai una Partita Iva come Agronomo e devi emettere fattura, in questo articolo ti spiegheremo come funziona la fatturazione elettronica con il gestionale FlexInvoice, messo a disposizione da FlexTax.

Cogliamo l’occasione per ricordare agli agronomi che adottano il Regime Forfettario che a partire dal 1 Gennaio 2024 l’obbligo di fatturazione elettronica è stato esteso a tutti i titolari di Partita Iva.

Potrai emettere fattura elettronica attraverso il modulo FlexInvoice, attivando il servizio dedicato.

Il servizio è compreso per gli utenti Plus, ma può essere attivato anche dagli utenti Freemium, al costo di 18 euro per l’accesso annuale, rinnovabile a scadenza.

Attivato il servizio verranno accreditati 100 crediti corrispondenti ad altrettante fatture elettroniche, tra attive e passive.

Le 100 fatture incluse nel prezzo del servizio vanno ad esaurimento (non hanno dunque scadenza) e al loro termine potrai effettuare delle ricariche direttamente dalla nostra piattaforma. Potrai scegliere la ricarica più adatta a te:

La prima cosa da fare per poter emettere fattura elettronica è creare l’anagrafica del tuo cliente inserendo i dati necessari nei campi dedicati.

Per compilare l’anagrafica dei tuoi clienti correttamente, dovrai inserire nei campi obbligatori con i loro dati e il loro codice destinatario (l’indirizzo telematico a cui vengono inviate le fatture).
Qualora il tuo cliente non dovesse comunicare il codice destinatario, potrai inserire la PEC: codice destinatario e PEC sono elementi essenziali per l’invio elettronico delle fatture e almeno uno dei due campi deve sempre essere compilato.

Se il tuo cliente non dovesse fornire il codice destinatario né la PEC, potrai compilare il campo “codice destinatario” inserendo il codice standard “0000000” (sette volte il numero zero) che viene utilizzato anche per l’emissione delle fatture elettroniche verso clienti privati.

Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Se emetterai fattura elettronica nei confronti di un cliente estero, dovrai sempre inserire nell’anagrafica cliente il codice destinatario “XXXXXXX” (7 volte X).

Successivamente potrai creare la fattura aiutandoti con le video guide che abbiamo creato e che saranno sempre a tua disposizione.

Una volta completata, la fattura verrà trasmessa al Sistema di Interscambio, che effettuerà i controlli necessari prima di trasmetterla al tuo destinatario.

In quanto agronomo, dovrai obbligatoriamente applicare la rivalsa del 4% per il contributo integrativo all’EPAP inserendola nell’apposito campo dedicato.

Se adotti il regime Forfettario e l’importo della tua fattura supera i 77,47€, dovrai applicare una marca da bollo, anch’essa elettronica, dal valore di 2€.

Invece, se adotti il Regime Forfettario non dovrai inserire l’Iva in fattura e dovrai sincerarti di aver emesso una fattura con aliquota Iva 0% e codice natura Iva pari a N2.2.

Se adotti il Regime Ordinario Semplificato, dovrai necessariamente inserire in fattura l’Iva la quale, nella maggior parte dei casi è pari al 22%.

Dovrai prestare particolare attenzione ai dettagli da inserire in fattura nel momento in cui emetti una fattura verso un cliente estero.

Se il tuo cliente risiede in un Paese non appartenente all’Unione Europea, la tua fattura non dovrà contenere l’Iva. L’aliquota Iva sarà dunque pari al 0%. Inoltre, dovrai modificare il codice natura Iva da N2.2 a N2.1 non soggetto art.7 DPR 633/72.

In ultimo, dovrai ricordarti di inserire nelle note la dicitura “Operazione non soggetta ad Iva“.

Se effettui prestazioni verso dei soggetti intracomunitarie dovrai essere iscritto al Sistema per lo scambio di informazioni sull’IVA, più comunemente conosciuto con la sigla “VIES“.
Nel suddetto caso nelle note della fattura che invierai al tuo cliente dovrai riportare la dicitura “Reverse charge“.
Aliquota Iva e codice natura Iva saranno i medesimi indicati nel punto precedente:

  • aliquota Iva = 0%
  • codice natura Iva = N2.1.

Quanto emetti fattura a dei clienti con sede in un altro stato dell’Unione Europea che sono iscritti al VIES dovrai presentare il modello Intrastat, ovvero un documento necessario alla rilevazione dei dati fiscali e che deve essere presentato all’Agenzia delle Dogane per fini statistici.

È importante evidenziare che dovrai trasmettere tutte le tue fatture al Sistema di Interscambio entro 12 giorni dalla data di creazione. Pertanto dovrai ricordarti di trasmettere tutte le tue fatture al Sistema di Interscambio cliccando sui i tasti “Azioni -> Invia fattura elettronica a SdI“.

Se trasmetti una fattura oltre i 12 giorni rischi di ricevere sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, per l’invio tardivo.

Hai ancora qualche dubbio?
Contattaci gratuitamente attraverso la nostra piattaforma, per farlo sarà sufficiente creare il tuo profilo su FlexTax!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo