Fattura elettronica 2019

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Fattura elettronica 2019

La fattura elettronica 2019 è totalmente una rivoluzione del modo in cui vedremo le fatture a partire dal prossimo anno.

L’Agenzia Italiana per il Digitale ha imposto, per permettere all’Italia di essere in linea con le direttive della Comunità europea, il processo di fatturazione elettronica che sarà obbligatorio per le imprese a partire dal 1^ Gennaio 2019.

Per i titolari di distributori di carburante la data ultima di adozione della fattura elettronica era il 1^ Luglio 2018, ma il Governo ha deciso di posticipare anche questa data al 1^ Gennaio 2019.

Fattura elettronica 2019: come funziona?

Il processo di fatturazione elettronica comporta diverse modifiche al modo in cui vediamo la fattura ad oggi.

Ma in poche parole, cosa cambierà con la fattura elettronica? Cercheremo di rispondere brevemente con i seguenti punti:

  • Le fatture cartacee a cui siamo abituati oggi dovranno essere completamente dimenticate.
  • Le fattura elettronica dovrà essere elaborata in formato XML, che rappresenta un insieme di codici strutturati secondo uno specifico schema.
  • La fattura elettronica dovrà essere inviata attraverso il Sistema di Interscambio, ovvero una piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate che gestirà l’invio, il controllo e la ricezione dei documenti elettronici. La fattura elettronica potrà essere inviata al Sistema di Interscambio tramite PEC, gestionale di fatturazione oppure tramite il sito messo a disposizione dell’Agenzia delle Entrate.
  • Il percorso della fattura elettronica, sarà molto più semplice e tracciabile di quello delle fatture elettroniche cartacee utilizzate oggi.
  • Sarà obbligatoria la firma digitale.
  • Per la fattura elettronica 2019 sarà obbligatoria la conservazione sostitutiva.

Fattura elettronica 2019: conservazione sostitutiva

La fattura elettronica 2019 dovrà essere conservata ma non più secondo le norme della fattura cartacea.

Ad oggi le fatture normali vengono conservate in forma cartacea in archivi detenuti dal commercialista o dal proprietario stesso del documento, invece con la fattura elettronica 2019, si dovrà obbligatoriamente procedere con la conservazione sostitutiva, processo ben più complicato.

Infatti i documenti dovranno essere conservati ma dovrà essere garantita la loro non-modificabilità e la loro opponibilità ai terzi.

Per questo è consigliabile rivolgersi a specifici “conservatori” che sono coloro che in genere offrono il gestionale di fatturazione, così non si incorrerà in pesanti sanzioni in caso di perdita delle fatture elettroniche causa guasti o altri problemi tecnici.

Quanto è stato utile questo articolo? Vota. 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Ti è stato utile questo articolo? Dillo in giro!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Lascia un commento

flexsupport_white

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Chiudi il menu
×

Carrello

Inizia a usare Flex Tax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Gestione contabile

Consulente dedicato, adempimenti contabili e fiscali.

Apertura Partita Iva

Apertura Partita Iva, consulente dedicato, adempimenti fiscali e contabili.

Consulente Fiscale

Hai domande sul Regime Forfettario e Semplificato? I nostri consulenti rispondono

Calcolo Tasse

Per sapere in anticipo quante tasse dovrai pagare, usa il nostro simulatore per il Regime Forfettario.

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.