Devo dichiarare i redditi ricevuti da Unicef e, nel caso, come dovrei fare?

  • Domande e Risposte

Ho ricevuto una proposta con un contratto di “consulenza” internazionale con Unicef, organizzazione delle Nazioni Unite, ma prima vorrei capire se questi emolumenti sono tassabili dallo Stato italiano e se si, come vanno dichiarati e a quanto ammonta la tassazione. Unicef mi ha riferito che per gli accordi con l’Italia non deve pagare nessuna tassazione e neanche per i consulenti, quindi non avranno bisogno che io rilasci loro alcuna fattura. Inoltre non mi rilasceranno nessuna dichiarazione dei miei guadagni. Ho cercato su internet cosa succede in questi casi, ma non riesco a trovare la fattispecie, se non che i dipendenti delle Nazioni Unite non sono tassabili. L’unica convenzione a cui fa riferimento Unicef nei termini del contratto di consulenza è quella del 1946, Convention on the Privileges and Immunities of the United Nations, dove però si indica solo i dipendenti e gli “ufficiali” come recanti i privilegi. Essendo io un consulente, Unicef ha detto che dipende da ogni Stato se questi proventi o meno sono tassabili e comunque loro non ne sono responsabili, né devono comunicare niente allo Stato italiano. Mi hanno inviato i termini dei contratti di consulenza, nell’ultima sezione c’é una nota sulla tassazione alquanto ambigua. Se esiste un’altra convenzione firmata dall’Italia o una legge apposita che disciplina questi casi ambigui non lo so. Ho chiesto ad alcuni membri del loro personale che sono consulenti, la maggior parte sono stranieri, non cittadini italiani, anche se vivono in Italia e non dichiarano questi redditi… ma forse perché sono stranieri. Avendo io la partita IVA, prima di accettare un contratto, vorrei capire se devo dichiarare questi redditi ed eventualmente come, dato che Unicef non vuole alcuna fattura da me e non hanno neanche una partita IVA a cui intestare i redditi. Non vorrei dover rischiare di uscire dal regime forfettario.

I lavoratori dipendenti di organizzazioni internazionali possono beneficiare di particolari meccanismi di esenzione fiscale.

Si tratta dell’esenzione da tassazione dei redditi da lavoro dipendente percepiti in esecuzione delle proprie funzioni. Quindi, lo stipendio percepito da dipendenti di enti internazionali non è soggetti a tassazione.

Se l’Unicef le ha già indicato che la tipologia di reddito che produrrà, in virtù del contratto che andrà a firmare, sarà considerato esente da imposte, direi che può essere già una precisa indicazione sul fatto che non dovrà tassare gli importi che riceverà.

Nel contratto che dovrebbe firmare le viene riconosciuta l’appartenenza a “Esperto su Missione” come qualifica.

Nella Convenzione Nazioni Unite del 1946, nella sezione 22 all’art. VI viene indicato:

Convenzione sui privilegi e le immunità delle Nazioni Unite

Sezione 22

Gli esperti (diversi dai funzionari elencati nell’articolo V) in missione per l’Orga­nizza­zione godono dei privilegi e delle immunità necessari per esercitare in piena indipendenza le loro funzioni durante tutta la durata della missione, incluso il tempo del viaggio. Essi godono in particolare dei privilegi e delle immunità seguenti:

a) immunità da arresto o da detenzione e sequestro dei loro bagagli personali;
b) immunità da qualsiasi giurisdizione per quanto concerne gli atti da essi compiuti durante le loro missioni (parole e scritti compresi). Tale immunità continua a essere loro concessa anche dopo la conclusione delle loro missioni per l’Organizzazione;
c) inviolabilità di qualsiasi pratica e documento;
d) diritto di fare uso di codici e di ricevere documenti o corrispondenza per corriere o valigie sigillate per le loro comunicazioni con l’Organizzazione;
e) stesse agevolazioni concesse ai rappresentanti dei Governi stranieri in missione ufficiale temporanea, in materia di disciplinamenti monetari o di cambio;
f) stesse immunità e agevolazioni concesse agli agenti diplomatici per i loro bagagli personali.

Il Disegno di Legge che recepisce la Convenzione può trovarlo qui: Disegno di Legge 2674 del 04/08/2009

Non ho trovato nessun provvedimento della conversione in Legge di questo Disegno di Legge ma, anche qualora fosse stato convertito, al fondo del testo, all’art IV “Esperti in Missione”, vengono concessi i privilegi dell’art. VI Sezione 22 (sopra riportato) ma non vengono citati benefici fiscali per chi ha questo tipo di qualifica.

Le esenzioni da tassazione diretta e indiretta sono riportate nella convenzione, nominando lo Staff College e mai gli “Esperti su Missione”.

Concluderei quindi per propendere all’assoggettamento a tassazione dei redditi, se non sarà possibile recapitare una fattura all’Unicef, la stessa potrà essere emessa e conservata senza obbligo di consegnarla al cliente, la fattura costituirà ricavo e sulla stessa saranno dovuti Imposte e contributi.  Non ho trovato nulla che potesse convincermi di una esenzione totale dei redditi percepiti per attività professionali con questa qualifica.

Potrà emettere la fattura in dollari, ma dovrà sempre riportare anche l’importo in euro con il cambio vigente nel giorno di emissione della fattura, questo se farà la fattura cartacea.

La fatturazione in dollari sarebbe comunque poco utile, è preferibile emettere la fattura in euro e poi, nel corpo della fattura, inserire anche l’importo in dollari, lo sdi dell’Agenzia delle Entrate non credo offra la possibilità di emissione delle fatture in valuta nel caso in cui voglia emettere fattura elettronica.

Non potendo consegnare il documento al cliente credo sia solo una complicazione l’emissione della fattura in valuta estera.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto