Contributo a fondo perduto: istruzioni Agenzia delle Entrate

Data pubblicazione: 11 giugno 2020

Data ultimo aggiornamento:  13 novembre 2020

Contributo a fondo perduto chiarimenti Agenzia delle Entrate

ATTENZIONE: Le indicazioni seguenti sono quelle che l’Agenzia delle Entrate ha fornito con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 10 giugno 2020 per la presentazione dell’istanza del precedente contributo a fondo perduto (Decreto Rilancio), che comunque valgono per la presentazione della nuova richiesta ma si è in attesa di un nuovo Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che fornisca ulteriori informazioni e le tempistiche per la presentazione delle istanze per il nuovo contributo a fondo perduto (Decreto Ristori e Ristori-Bis).

Contributo a fondo perduto: chi può riceverlo?

Secondo quanto disciplinato dal Decreto Ristori e dal successivo Decreto Ristori-Bis, è riconosciuto il contributo a fondo perduto ai soggetti che:

  • alla data del 25 ottobre 2020, hanno la partita IVA attiva
  • hanno subìto un calo del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 di almeno i due terzi del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Al fine di determinare correttamente i predetti importi, si fa riferimento alla data di effettuazione dell’operazione di cessione di beni o di prestazione dei servizi. I soggetti che hanno attivato la partita IVA a partire dal 1° gennaio 2019 non devono rispettare tale condizione.

Calcolo del calo del fatturato

Il confronto tra il mese di aprile 2019 e mese aprile 2020 dovrà essere effettuato considerando le fatture emesse nei due periodi. Se si utilizza la fattura elettronica, si dovrà fare riferimento al campo (xml) 2.1.1.3 per le fatture immediate e al campo 2.1.8.2 per la fattura differita. Chi svolge commercio al dettaglio dovrà confrontare i corrispettivi di aprile 2019 con aprile 2020. Chi effettua vendita di beni online, dovrà prendere a base i ricavi derivanti dalla somma delle spedizioni (consegna della merce) fatte nel mese di aprile 2019 e 2020.

ATTENZIONE


Sul Regime forfettario non sono state date istruzioni in merito, bisogna pertanto riferirsi alle istruzioni generali che indicano il momento dell’effettuazione dell’operazione al momento della spedizione per la vendita di beni e al momento dell’incasso per la prestazione di servizi.

In ogni caso, consigliamo di effettuare il raffronto, per chi non emette fattura elettronica, sia confrontando le fatture emesse nei mesi di aprile 2019 e 2020 e sia confrontando le fatture incassate ad aprile 2019 e 2020 e, solo qualora si verifichi in entrambi i casi il requisito del calo del fatturato di almeno 2/3, procedere alla richiesta del contributo. Se non si verifica il calo del fatturato su uno dei due raffronti fatti, è necessario procedere con cautela visto che la norma prevede sanzioni molto alte nel caso di richiesta del contributo non spettante.

Devi presentare domanda?

Per ricevere il contributo a fondo perduto (se rispetti tutte le condizioni per richiederlo), devi presentare la domanda?

  • La risposta è no, se hai già ricevuto il contributo a fondo perduto quest’estate, ovvero quello disciplinato dal Decreto Rilancio, non dovrai presentare alcuna domanda, il contributo ti verrà erogato direttamente nel conto corrente indicato nella precedente istanza.
  • La risposta è si, se non hai richiesto il contributo a fondo perduto disciplinato dal Decreto Rilancio negli scorsi mesi. Attenzione: in questo caso dovrai presentare l’istanza

Ammontare del contributo a fondo perduto

L’ammontare del contributo a fondo perduto è determinato:

  • per i soggetti che hanno già beneficiato del contributo a fondo perduto disciplinato dal Decreto Rilancio, applicando la percentuale prevista per il proprio Codice Ateco (trovi le % qui: Codici Ateco allegato 1 oppure Codici Ateco allegato 2) alla quota del contributo già erogato in precedenza. NB: Ai soggetti che hanno beneficiato del contributo a fondo perduto del Decreto Rilancio richiedendo il contributo minimo di € 1.000 verrà comunque applicata la % prevista.
  • per i soggetti che non hanno presentato istanza di contributo a fondo perduto disciplinato dal Decreto Rilancio, verrà applicata la percentuale prevista per il Codice Ateco al valore calcolato sulla base dei dati presenti nell’istanza trasmessa. Anche in questo caso è comunque riconosciuto per un importo non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche.

Contenuto della richiesta per il contributo

ATTENZIONE: Le indicazioni seguenti sono quelle che l’Agenzia delle Entrate ha fornito per la presentazione dell’istanza del precedente contributo a fondo perduto (Decreto Rilancio), che comunque valgono per la presentazione della nuova richiesta ma si è in attesa di un nuovo Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che fornisca ulteriori informazioni e le tempistiche per la presentazione delle istanze per il nuovo contributo a fondo perduto (Decreto Ristori e Ristori-Bis).

I contribuenti interessati possono richiedere il contributo a fondo perduto mediante la presentazione di una specifica istanza. Il modello e le relative istruzioni di compilazione sono stati approvati con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 10 giugno 2020.

L’istanza deve contenere:

  • Codice Fiscale soggetto richiedente;
  • Indicazione se i ricavi o compensi dell’anno 2019 sono inferiori o uguali a 400.000 euro, sono superiori a 400.000 euro e fino a 1 milione di euro oppure sono superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro;
  • l’indicazione se il soggetto richiedente ha iniziato l’attività dopo il 31 dicembre 2018;
  • l’indicazione se il soggetto al 31 gennaio 2020, data di dichiarazione dello stato di emergenza “Covid-19”, aveva il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio di comuni colpiti da eventi calamitosi con stato di emergenza ancora in atto;
  • l’importo complessivo del fatturato e dei corrispettivi riferiti a operazioni effettuate nel mese di aprile 2019;
  • l’importo complessivo del fatturato e dei corrispettivi riferiti a operazioni effettuate nel mese di aprile 2020;
  • l’IBAN del conto corrente intestato al soggetto richiedente il contributo;
  • il codice fiscale dell’eventuale soggetto incaricato della trasmissione telematica dell’istanza e l’eventuale dichiarazione sostitutiva, resa da quest’ultimo, relativa al conferimento di una specifica delega, da parte del richiedente, per l’invio dell’istanza stessa.

Puoi trovare qui la Guida alla richiesta del contributo a fondo perduto.

Non si sa ancora quando le istanze per il contributo a fondo perduto potranno essere predisposte e inviate all’Agenzia delle Entrate.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Anna di FlexTax

Anna di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Questo articolo ha 16 commenti.

  1. Avatar
    Alessandra

    Buongiorno,
    se il riferimento è alla prestazione, nel caso di una fattura fatta elettronica con data di Aprile ma con prestazione svolta in Marzo questa andrebbe esclusa?
    Ed invece andrebbero sempre con questa logica comprese le fatture di maggio riferite a prestazioni di Aprile?
    Grazie dell’attenzione e buona giornata

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buonasera Alessandra,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buona serata!

  2. Avatar
    Eleonora

    Buongiorno
    a seguito della richiesta del fondo perduto l’istanza risulta essere SCARTATA PER CONTROLLI CONTABILI, ma che significa ?
    Come posso verificare e accertare quanto dichiarato?

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buongiorno Eleonora,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

  3. Avatar
    Andrea

    Buongiorno,
    A seguito di richiesta del contributo a nome della società e di prima ricevuta positiva l’Agenzia risponde che l’Istanza è SCARTATA per controlli sull’IBAN. l’IBAN è intestato e cointestato al rappresentante legale della società semplice e all’altro socio, suo marito. il problema a questo punto potrebbe essere dovuto all’intestazione del conto che dovrebbe essere esclusivamente della società? In tal caso come dobbiamo comportarci, è necessario presentare una nuova domanda con codice IBAN intestato alla società o correggere la prima domanda?

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buonasera Andrea,

      la ringraziamo per averci contattato ma il nostro servizio si occupa unicamente della disciplina fiscale delle Partite Iva individuali.
      Pertanto purtroppo in questo caso non potremo esserle d’aiuto e le suggeriamo di rivolgere la sua domanda direttamente all’Agenzia delle Entrate.

      La ringraziamo e le auguriamo buona serata!

  4. Avatar
    Domenico

    Salve vorrei un vostro chiarimento, sono agente di commercio in regime forfettario, ad aprile 2019 come ad aprile 2020 non ho emesso fatture, perché ne faccio poche e trimestrali, vero che non mi spetta nulla?

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buonasera Domenico,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buona serata!

  5. Avatar
    Francesca

    Buonasera, inviando la richiesta di contributo per società costituita dopo il 31.12.2018 il sistema agenzia entrate non mi oscura la sezione fattura aprile2019 e aprile 2020. Questo significa che devo inserire lo stesso il fatturato 2020 anche se ho diritto al contributo minimo(senza dunque il confronto di fatturato)?

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buon pomeriggio Francesca,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buon pomeriggio!

  6. Avatar
    Iole

    Buongiorno, faccio questa domanda
    A marzo e aprile per le partite Iva e altre categorie reddituali e professionali sono stati accreditati due bonus di 600 euro. Quindi Marzo e Aprile per un totale di 1200 euro.

    Questo contributo a fondo perduto per noi Partite IVA sarebbe una sostituzione del bonus promesso a maggio? Solo che invece che dall’Inps viene erogato dall’Agenzia delle Entrate o è tutt’altra cosa rispetto ai primi due?

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buongiorno Iole,

      Se ha piacere di ricevere assistenza specifica, le consigliamo di iscriversi alla nostra piattaforma.

      Tramite ticket potrà effettuare le sue domande e avere così assistenza fiscale.
      Se ha piacere invece di ricevere assistenza sul funzionamento dei nostri servizi, potrà prenotare la sua chiamata gratuita.

      Per iscriversi gratuitamente alla nostra piattaforma può andare in questa pagina: Creazione Account – FlexSuite

      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

  7. Avatar
    Elia

    Buona sera. Grazie per l’articolo!
    Ma chi ha aperto partita IVA nel 2020 e non può fare il confronto col 2019 come deve fare?

    Saluti

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buongiorno Elia,

      avendo lei aperto la Partita Iva nel 2020, non deve rispettare il requisito del calo di fatturato di almeno 2/3 di aprile 2020 rispetto ad aprile 2019, ma le spetta in automatico il contributo minimo di € 1.000, fermo restando il rispetto degli altri requisiti previsti.

      Speriamo di averla aiutata.
      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

  8. Avatar

    Possono presentare domanda anche i dipendenti part time quindi con contributi inps versati da datore di lavoro e iscritti a camera di commercio con partita iva ?

    1. Elisa di FlexTax
      Elisa di FlexTax

      Buongiorno,

      come indicato nell’articolo e specificato nella circolare dell’Agenzia delle Entrate, possono accedere al contributo (fermo restando il rispetto dei requisiti) anche coloro i quali svolgono parallelamente alla Partita Iva iscritta in Camera di Commercio un contestuale lavoro dipendente.

      Speriamo di averla aiutata.
      La ringraziamo e le auguriamo buona giornata!

Lascia un commento

Diventa Socio
Investi in FlexTax

50% di credito di imposta

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva