Vorrei aprire una partita iva per lanciare la mia attività di fumettista indipendente.

  • Domande e Risposte

Vorrei aprire una partita iva per lanciare la mia attività di fumettista indipendente. Premetto che attualmente sono già impiegato in un lavoro d’ufficio.
La mia intenzione è quella di realizzare fumetti e vignette su commissione e successivamente aprire un ecommerce in cui vendere stampe, quadretti e fumetti.
Nei prossimi mesi uscirà anche il mio primo fumetto con un editore quindi dovrò dichiarare anche i guadagni derivanti dalle vendite. Di cosa ho bisogno per cominciare? Attualmente faccio la ritenuta d’acconto, ma sono al limite dei 5 mila euro annui.

Per poterle fornire informazioni dettagliate sulla tipologia di Partita Iva che dovrebbe aprire, dobbiamo prima inquadrare al meglio l’attività da lei svolta.

Riguardo la creazione di stampe, quadretti e fumetti e la loro vendita online, potrebbe utilizzare il seguente Codice Ateco:

90.03.09 – Altre creazioni artistiche e letterarie

– attività’ di artisti individuali quali scultori, pittori, cartonisti, incisori, acquafortisti, aerografista eccetera
– attività’ di scrittori individuali, che trattano qualsiasi argomento, inclusi gli scrittori di romanzi, di saggi eccetera
– stesura di manuali tecnici
– consulenza per l’allestimento di mostre di opere d’arte

Tale Codice Ateco può essere iscritto sia in Gestione Separata che in Camera di Commercio con versamento dei contributi alla Gestione Artigiani e Commercianti.

Si potrà iscrivere in Gestione Separata, ed evitare l’iscrizione in Camera di Commercio, se l’aspetto artistico dell’attività risulta sempre prevalente, ovvero se le sue produzioni sono uniche e non produce fumetti in serie. La Gestione Separata prevede il pagamento in contributi con aliquota del 25,72% (nessun contributo fisso).

Diversamente, se l’aspetto artistico delle sue produzioni è marginale, ovvero effettua creazioni in serie e non uniche, dovrà iscriversi in Camera di Commercio come Artigiano o commerciante (a seconda della Camera di Commercio di riferimento). I contributi dovrà versarli alla Gestione Artigiani e Commercianti che prevede contributi fissi per 3.800 euro all’anno e, superati i 16.000 euro di reddito, oltre il contributo fisso dovrà versare anche il 24% sulla parte di reddito eccedente ai 16.000 euro.

Fino a quando permarrà la contemporaneità tra lavoro dipendente a tempo pieno e attività autonoma con Partita Iva, solo ed esclusivamente se ci sarà iscrizione in Camera di Commercio con conseguente versamento Inps alla Gestione Artigiani e Commercianti, si potrà chiedere l’esonero totale dal pagamento dei contributi come autonomo. Se l’attività sarà aperta in Gestione Separata Inps, permanendo la condizione di lavoratore dipendente, l’aliquota contributiva sarebbe ridotta dal 25,72% al 24%.

Non dovrà aggiungere il Codice Ateco per il commercio online, se offre unicamente la vendita di sue creazioni, ovvero non compra beni da terzi per rivenderli ma vende direttamente le sue creazioni.

I guadagni conseguiti dalla vendita del suo fumetto, potranno essere inclusi nel Codice Ateco 90.03.09 a condizione che essi non siano (da contratto con il suo editore) proventi derivanti dal godimento del diritto d’autore. Qualora gli incassi derivanti da questa attività si riferissero unicamente alla cessione dei diritti d’autore delle opere da lei prodotte, non sarebbe necessario aprire la Partita Iva ma potrebbe dichiarare nell’apposito quadro della Dichiarazione dei redditi, detti proventi come diritti d’autore applicando la tassazione riservata agli stessi. Qualora la sua attività fosse un misto tra diritto d’autore e produzione dell’opera, i proventi derivanti dal diritto d’autore, concorrerebbero al raggiungimento del limite di 65.000 euro annui per accedere al Regime forfettario.

Una volta individuato il Codice Ateco per la sua attività e la classificazione a livello contributivo, per avere una stima delle imposte che si dovranno versare, si deve anche scegliere il Regime fiscale da applicare.

Potrà applicare il Regime forfettario (che risulta spesso essere quello più conveniente quando si apre una nuova attività) se rispetta tutte le condizioni illustrate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto