Domande e Risposte

Quante tasse e versamenti inpgi devo pagare con partita iva per giornalisti?

Vorrei aprire una partita iva per giornalisti: come funziona e quanto devo pagare di tasse e versamenti inpgi?

Prima di aprire la sua Partita Iva come giornalista in Regime Forfettario, dovrà verificare innanzitutto di possedere tutti i requisiti per poter accedere a tale Regime, che potrà trovare qui: Requisiti Regime Forfettario.

Per l’attività di giornalista, il Codice Ateco che dovrà utilizzare è il seguente:

  • 90.03.01 – Attività dei giornalisti indipendenti

Tale Codice Ateco ha un coefficiente di redditività del 67%: questo vuol dire che il 67% dei suoi ricavi verrà tassato, mentre il 33% ne sarà escluso e sarà considerato come spesa forfettaria da lei sostenuta.

Sul reddito imponibile (ricavi x coefficiente di redditività del 67%) dovrà versare l’imposta sostitutiva del 15%, con la possibilità però che per i primi 5 anni di attività possa applicare l’aliquota ridotta al 5%.
Per poter ottenere questa agevolazione, dovrà controllare di rispettare le condizioni che trova in questo articolo: Imposta sostitutiva 5%.

Come giornalista Professionista, dovrà iscriversi all’INPGI e versare i contributi a questa Cassa previdenziale specifica.

L’INPGI prevede il pagamento di un contributo soggettivo del 10% e un contributo integrativo del 2% che dovrà applicare alle fatture da lei emesse. Per qualsiasi altro approfondimento sulla contribuzione, le consigliamo di visitare il sito dell’INPGI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI