Vorrei aprire una partita iva come rivenditore di materiale elettrico ed elettronico.

Categoria: Codice AtecoVorrei aprire una partita iva come rivenditore di materiale elettrico ed elettronico.
AvatarFlex Tax Staff asked 2 settimane ago

Vorrei aprire una partita iva come rivenditore di materiale elettrico ed elettronico.

Se ha intenzione di adottare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, le consigliamo di controllare di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che trova elencate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Se il materiale che rivende è usato, non potrà utilizzare il Regime Forfettario perchè tale rivendita presuppone l’applicazione di un Regime speciale Iva.

Ipotizzando pertanto che il materiale che rivende sia nuovo, i Codici Ateco che dovrà adottare sono i seguenti:

  • 47.52.10 – Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

che include:
– commercio al dettaglio di ferramenta
– commercio al dettaglio di colori, vernici e lacche
– commercio al dettaglio di vetro piano
– commercio al dettaglio di articoli ed attrezzature per il “fai da te”
– commercio al dettaglio di apparecchi e materiali antinfortunistici
– commercio al dettaglio di articoli di coltelleria (esclusi gli articoli di posateria)

  • 47.41.00 – Commercio al dettaglio di computer, unità periferiche, software e attrezzature per ufficio in esercizi specializzati

che include:

– commercio al dettaglio di computer
– commercio al dettaglio di unit&aagrave; periferiche per computer
– commercio al dettaglio di console per videogiochi
– commercio al dettaglio di software non personalizzato, inclusi i videogiochi

[elementor-template id="101084"]

Il coefficiente di redditività associato a tali Codici Ateco è del 40%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta sostitutiva e contributi da versare.

Questo vuol dire che su 1.000 euro di ricavi, 400 euro saranno tassati mentre 600 no e considerati spesa forfettaria da lei sostenuta.

Dovrà iscriversi come Commerciante in Camera di Commercio e alla Gestione Commercianti Inps, a cui versare i contributi secondo questo schema:

  • per il reddito tra 0 e 15.878 euro: dovrà versare circa 3.800 euro di contributi fissi;
  • per il reddito superiore ai 15.878 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà per il 24,09%.

Facendo parte della Gestione Commercianti Inps, potrà richiedere la riduzione del 35% dei contributi da versare. Per tutti gli approfondimenti: Regime forfettario riduzione contributi Artigiani e Commercianti.

L’imposta sostitutiva è del 15%, con la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se rispetta le condizioni che può leggere qui: imposta sostitutiva 5%.

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva