Col Regime Forfettario, con una pensione pari ad X quanto potrò fatturare?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Sono un pensionato con Partita Iva, volumi d’affari inferiore a 85.000 €, posso aderire al Forfettario? Quanto potrò fatturare?

Una delle cause di esclusione dal Regime Forfettario prevede che non possono adottare tale regime i soggetti con redditi da lavoro dipendente o assimilati (quindi di pensione) maggiori di 30.000 euro.

È inoltre presente una causa di esclusione, che le impedisce l’applicazione del Regime Forfettario se con la sua Partita Iva fatturerà prevalentemente nei confronti del datore di lavoro avuto nei due anni precedenti. Se è pensionato da più di due anni (e non ha altri lavori come dipendente) sicuramente non rientra in tale causa di esclusione.

In conclusione potrà applicare il Regime Forfettario se nel l’anno precedente non ha superato gli 85.000 euro di ricavi di impresa o professionali e se rispetta anche gli altri requisiti d’accesso a tale regime che può trovare illustrati qui: Limiti Regime Forfettario

Per verificare il rispetto del limite di 85.000 euro di ricavi previsto per l’accesso al Regime Forfettario, si devono prendere in considerazione solo i ricavi d’impresa, ovvero quelli conseguiti con Partita Iva. Non faranno cumulo alla formazione del limite il reddito di pensione (quindi potrà avere ricavi per 85.000 euro, senza sottrarre la pensione).

Se si avvarrà del Regime Forfettario, i suoi due differenti redditi verranno tassati separatamente, ovvero:
– Sul reddito di pensione verrà calcolata l’IRPEF con il solito meccanismo progressivo;
– Sul reddito di Partita Iva forfettaria verrà calcolata l’imposta sostitutiva caratteristica del Regime Forfettario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo